Napoli-Lipsia 1-3: Ounas illude, poi la rimonta dei tedeschi. IL TABELLINO

Adjust Comment Print

Intervistato dai microfoni di Sky Sport, il calciatore azzurro ha commentato la gara contro il Lipsia. Ha vinto soltanto il Milan di Gattuso: tre gol al Ludogorets che si traducono automaticamente nella qualificazione al prossimo turno.

Napoli (4-3-3): Reina; Maggio, Tonelli, Koulibaly, Hysaj (dal 54′ Mario Rui); Rog, Diawara, Hamsik (dal 54′ Insigne); Ounas (dal 61′ Allan), Callejon, Zielinski. Non esiste squadra al mondo in grado di gestire un'intera stagione con soli undici uomini all'attivo. In tal senso c'è da discutere e probabilmente la gestione organica lascia intravedere sentieri di miglioramento, essenzialmente per quanto concerne l'efficacia dell'alternanza nella proiezione sul valore dell'avversario. Ci sono molti club per i quali vorrei giocare. Parte meglio il Lipsia che subito si rende pericoloso da calcio d'angolo con una bella girata di Timo Werner, bloccata però bene in due tempi da Pepe Reina; col passare dei minuti il Napoli alza il proprio baricentro e al minuto 13 ha una colossale occasione per il vantaggio, ma prima Callejon e poi Hamsik non sfruttano l'errore di Upamecano, con la palla che si perde sul fondo.

Turchia, ergastolo per sei giornalisti
Il cronista, 44 anni, era stato arrestato a Istanbul nel febbraio 2017 per sospetti reati legati al terrorismo. Nella sua prima testimonianza dopo essere stata arrestata, ha invece ammesso di aver "compreso" che lo era.

Trova finalmente il suo primo centro il maglia azzurra, Adam Ounas. E' 1-1. Il Lipsia mantiene ritmi alti e schiaccia la squadra di Sarri. Ieri ha brillato il primo e parzialmente deluso il secondo: in cambio però si sono messi in luce altri profili solitamente meno considerati, su tutti quel Poulsen che ha letteralmente fatto a fette le linee partenopee. Non prova la giocata, non tenta lo scatto. I tedeschi passano al San Paolo, meritando la vittoria.

Comments