Accoltellato al volto per uno sgambetto

Adjust Comment Print

I due stavano entrando nell'Istituto tecnico che frequentano quando è si è acceso il confronto finito con l'accoltellamento al volto di uno dei due.

Uno studente magrebino di 17 anni è stato ferito stamattina a scuola a Giulianova (Teramo) da una coltellata che gli è stata sferrata al viso.

Grave episiodio di violenza, oggi, all'Its "Crocetti-Cerulli" di Giulianova (Teramo) poco dopo il suono della campanella d'ingresso.

Secondo una prima ricostruzione, la vittima, originario del Marocco ma residente da anni nella zona, avrebbe fatto lo sgambetto al compagno di scuola, un diciottenne giuliese, che avrebbe quindi reagito tirando fuori l'arma dallo zaino e colpendolo al volto. Immediatamente è intervenuto un bidello, che ha allertato i Carabinieri.

Usa, Mueller incrimina 13 russi: "Hanno interferito nelle elezioni presidenziali"
Nell'accusa si legge che queste persone o entità hanno "sostenuto la campagna presidenziale dell'allora candidato Donald J. I risultati delle elezioni non sono stati manipolati.

Il ferito, portato al pronto soccorso dell'ospedale di Giulianova e poi trasferito al reparto di Chirurgia maxillo facciale dell'ospedale di Teramo per ulteriori accertamenti, ha riportato anche la frattura di un molare.

Secondo le testimonianze raccolte a scuola dai carabinieri di Giulianova, coordinati dal maggiore Vincenzo Marzo, il 17enne avrebbe avuto più volte atteggiamenti da bullo nei confronti dei compagni di classe e in più occasioni avrebbe provocato gli altri cercando lo scontro fisico. I fatti sono violenti a prescindere da chi li consuma e chi li subisce.

"In queste situazioni le famiglie devono intervenire e vigilare" continua il sindaco. "I genitori non devono giustificare i comportamenti violenti dei figli, ma devono rispettare il ruolo degli educatori".

Comments