Poste, l'utile sale a 689 milioni. Il dividendo sale 0,42 euro

Adjust Comment Print

Poste Italiane, infatti, conferma una politica di dividendi in progresso e chiude il 2017 con tutte le principali voci di bilancio in crescita.

(Il Sole 24 Ore Radiocor Plus) - Milano, 20 feb - Avvio di slancio per Poste Italiane, che sale piu' dell'1% all'indomani dei conti, pubblicati ieri a mercati chiusi, e fa meglio del Ftse Mib, il listino di riferimento, che guadagna al momento lo 0,53%. Il valore beneficia principalmente dell'incremento delle riserve tecniche del comparto assicurativo Vita, della raccolta diretta BancoPosta e dei fondi di investimento.

Torino, Cairo: "Immobile non voleva restare, Belotti me lo tengo stretto"
Su Sinisa Mihajlovic: "Non credo che prendere la decisione di esonerare l'allenatore dopo una sconfitta sia la cosa migliore". L'ho esonerato a malincuore dopo un girone di andata che non era andato secondo le aspettative e secondo gli investimenti.

L'incremento e' correlato alla citata dinamica positiva dei ricavi combinata con il forte contenimento dei costi operativi. Il "sensibile miglioramento dei ricavi del comparto pacchi (€ 43 milioni di crescita rispetto al 2016), ha mitigato il calo dei ricavi dei prodotti postali, riconducibile alla riduzione dei volumi (-9,7%)", aggiunge Poste: "In tale ambito, la crescita dei volumi del 17% rispetto all'esercizio 2016, per un totale di 113 milioni di pacchi movimentati nell'anno, evidenzia la capacità del gruppo di cogliere le opportunità derivanti dal crescente sviluppo dell'e-commerce in Italia". Si prevede la distribuzione dell'80% dell'utile netto preliminare del 2017, corrispondente a un dividendo di 0,42 per azione, a valere sull'utile netto dell'esercizio 2017 di POSTE Italiane. Negli ultimi mesi, il Gruppo POSTE e' stato impegnato nella definizione di un nuovo Piano Industriale atto a consentire un'ulteriore ed equilibrata crescita del business, nonche' a continuare a percorrere il sentiero evolutivo nel processo di innovazione del Paese. I risultati 2017, sottolinea ancora l'amministratore delegato di Poste Italiane, "costituiscono una solida base per il piano strategico, che verrà presentato il prossimo 27 febbraio a Milano".

Di conseguenza, Poste Italiane intende distribuire agli azionisti un dividendo unitario pari a 0,42 euro dopo che nella giornata di ieri il Gruppo postale quotato in Borsa a Piazza Affari ha alzato il velo sui risultati preliminari dell'esercizio 2017. Il management è riuscito a chiudere l'anno con un utile in crescita del 10,8%, pari a 689 milioni, nonostante che nei tre precedenti trimestri il risultato netto segnasse una flessione costante del 10% rispetto al trend del 2016.

Comments