Champions: Roma favorita con Shakhtar

Adjust Comment Print

Shakhtar-Roma sarà uno degli ottavi di finale [VIDEO] di #Champions League in programma mercoledì 21 febbraio.

Daniele De Rossi ha un sogno, e non sarà certo la difficoltà del realizzarlo a frenare le sue ambizioni. Abbiamo alzato tantissimo i ritmi di allenamento, rischiando qualcosa ma cercando di mettere grande lavoro per fare un grande finale a partire da questa gara.

Io credo che possa essere entrambe le cose.

Trasferta non solo scomoda per la Roma di Di Francesco ma anche tosta a livello climatico visto che a Kharkiv sono previsti 4 gradi sotto zero. Ce la giochiamo al 50 per cento di possibilità, sperando di portare a casa un risultato positivo. Siamo ben felici di averlo con lui. Se giocherà dall'inizio o meno? Non ve lo dico. A me piace parlare di squadra, domani gioca la Roma e non Under. A comporre la cerniera di metà campo ci saranno DeRossi e Strootman. "Il modulo cambierà poco".

FA Cup, City: Aguero, alle mani col fan del Wigan
Ripresa più tattica, con il City che tiene il possesso di palla ma deve guardarsi dalle ripartenze dei nerazzurri. Ma anche i due allenatori , Cook e Guardiola hanno avuto un pesante confronto nel corso dell'intervallo.

Nelle stagioni successive mai la Roma ha superato gli ottavi, raggiunti nel 2009, nel 2011 e nel 2016. Sulle chance dico 50 e 50, perché la ritengo un'ottima formazione. A me piace per l'identità che gli ha dato l'allenatore e il fatto di giocarsela contro tutti.

CAMPO E PANCHINA - Dall'azzurro al giallorosso, De Rossi racconta come non abbia ancora perso le speranze di vincere qualcosa di importante con la Roma. Sabato è andata meglio di quanto sperassi. Sappiamo che i giallorossi hanno vinto le ultime tre partite e che sono in un bel momento. Ai miei compagni non devo dire nulla, loro sono attaccati a questa maglia e a questa professione. Il clima conta, è un ambiente nuovo per noi. Chi passerà, lo farà grazie alle proprie qualità e non grazie ai fattori ambientali. Obiettivi? Adesso e' assurdo parlare di cio'. E' indubbio, ma lo è anche per le altre squadre: la prima Juventus in Champions League di Conte se non avesse incontrato il Bayern Monaco secondo me sarebbe arrivata fino in fondo.

Roma che ha avuto qualche settimana fa un periodo di appannamento. Servirà comunque attenzione, perchè gli ucraini, capaci di eliminare il Napoli, sono una formazione esperta e dal buon tasso tecnico.

Comments