Emma Gonzalez, studentessa icona della lotta anti armi in Usa

Adjust Comment Print

Più probabile una svolta "soft, come quella suggerita dal presidente, che ha auspicato un impegno bipartisan per rafforzare i controlli sugli acquisti di armi e chiesto il bando del bump stock, il potenziatore delle armi semi-automatiche usato nella strage di Las Vegas lo scorso ottobre".

Del rituale fa parte anche la sfilza di cifre sulla violenza causata dalle armi: trentamila americani uccisi dalle armi ogni anno, centomila persone colpite, 71 per cento di aumento nella diffusione dei fucili nel giro di vent'anni.

In realtà non c'è niente di ineluttabile nel rapporto degli americani con le armi. Oggi Donald Trump sembra indaffarato altrove - e questa distrazione pesa - e chissà se troverà l'impeto, lui che vive di improvvisazioni, per affrontare quest'ultima strage con un occhio ai figli dell'America. I due programmi federali tesi a rafforzare i background check per verificare se chi acquista armi è malato o ha precedenti penali hanno subito un taglio delle risorse del 16%: queste sono passate da 73 milioni di dollari a 61 milioni di dollari. In realtà la situazione è molto diversa. Ora dicono che era un problema di salute mentale.

L'addetto militare che porta con sé la valigetta e segue il presidente Usa continuamente, secondo la ricostruzione, viene bloccato all'ingresso della sala dagli addetti cinesi. Voglio essere certo che la mia arma non sarà mai in grado di uccidere una vita.

Gabigol: "Al Santos con la giusta fame. Futuro? Presto tornerò all'Inter"
Eredità positiva dell'esperienza europea? Ho imparato una nuova lingua, alcune abitudini che mi son rimaste, come l'ora a cui andare a letto, il cibo, il lavoro in palestra e fuori dal campo.

Anche Hollywood si sta mobilitando.

Cosa significa dal punto di vista politico?

Insomma, mentre l'intero popolo americano piangeva la scomparsa di 17 persone in un Liceo di Parkland, l'uomo più potente del mondo era intento a giocare a golf e a twittare di Russiagate, Fbi e perfino di quello che non ha fatto Barack Obama durante il suoi mandati. "Dobbiamo - ha aggiunto - fare la differenza. dobbiamo proteggere i nostri ragazzi".

Ai presenti (tra cui alcuni famigliari delle vittime) Trump ha poi assicurato: "Abbiamo aspettato troppo". Trump ha detto di voler vietare "tutti gli strumenti che trasformano armi legali in mitragliatrici".

Comments