Benevento, che esperienza! Con l'Inter è sfida Champions

Adjust Comment Print

"Ho trovato questo aspetto davvero speciale e sono molto felice di essere qui" ammette l'ex difensore di Arsenal e Manchester City. Oggi abbiamo bisogno necessario di far punti contro chiunque, e questo lo dirò anche in casa contro la Juventus e fuori casa contro la Lazio.

Sull'atteggiamento che vorrà vedere dai suoi, non ha dubbi: "Andremo a Milano con umiltà, ma con una voglia pazzesca di fare risultato perché per noi potrebbe rappresentare la svolta della stagione". Disponibile anche l'opzione "telecronaca del tifoso", che consente di gustare il match con la voce di Christian Recalcati, pronto a trascinare tutti i sostenitori interisti con l'auspicio di poter festeggiare al termine della gara i tre punti.

F1 2018, presentata l'Alfa Romeo-Sauber c37: Leclerc ed Ericsson i piloti
Speriamo, da subito, di fare grandi progressi e di essere più forti rispetto alla deludente stagione passata. Il direttore tecnico Jörg Zander spiega: " È bellissimo svelare finalmente la C37 ".

Mourinho al giornalista: "Posso abbracciarti?". Dobbiamo essere lucidi, concentrati e saper leggere il gioco. L'ostacolo di questa giornata è una squadra che sta tentando una clamorosa rimonta sulle concorrenti per restare in Serie A, e che prendendo per esempio il Crotone dello scorso anno nutre ancora speranze di salvezza: il fanalino di cosa Benevento.

Sia chiaro, nessuno afferma con sicurezza che il Benevento possa espugnare San Siro. "Mi piacerebbe portare qualche vittoria in più per aumentare quanto di buono stiamo facendo". Mancano ancora tante partite e tutto è ancora possibile. Intanto De Zerbi studia la formazione sottolineando di avere già le idee chiare e chiede al suo Benevento di leggere meglio le partite, imparando a distinguere i diversi momenti delle gare. I nerazzurri hanno vinto una sola partita (la penultima contro il Bologna) e pareggiato in 6 occasioni, mentre il Benevento ha vinto 3 gare, perdendo le altre sette. Se ci si allena in maniera giusta, arriveremo a tenere il ritmo di Roma per tutti i 90′ e se potessi partirei non a mille, ma a duemila contro l'Inter. Dovrebbe giocare dall'inizio anche Rafinha. Domenica ha fatto bene anche se era un po' timido.

Comments