Europa League, la cronaca live di RB Lipsia-Napoli

Adjust Comment Print

Abbiamo sbagliato nella partita dell'andata e oggi lo abbiamo pagato. "Stasera abbiamo fatto una partita tosta, non era facile vincere 2-0 e non era facile non prendere gol". Per una ventina di minuti i padroni di casa mantengono il pallino del gioco, ma intorno alla mezz'ora è il Napoli a scuotersi. Ma ciò ci è costato tanta energia e il Napoli con dei duello o con falli tattici è riuscito a fermarci. Negli ultimi due mesi siamo rimasti in 15 giocatori e tre portieri. Se potessimo far felice il popolo napoletano sarebbe la soddisfazione più grande per un calciatore e per un allenatore. "Sono convinto che tra 20 anni questo Napoli sarà ricordato". "Spiace per non aver avuto il pieno anche all'andata".

Poi però Sarri e suoi ci hanno creduto davvero, come era giusto che fosse visti i valori tecnici in campo e soprattutto vista la rete di Insigne, che ha regalato un sogno ai tantissimi tifosi partenopei arrivati fino in Germania, che non hanno mai fatto mancare il loro supporto alla squadra. Dries Mertens ha dovuto abbandonare l'allenamento della vigilia per un problema alla caviglia, ma nessun allarme.

"Un pizzico di follia" e "tanta voglia di rivincita dopo la partita da cialtroni che abbiamo gicoato all'andata". Ci sta, peccato. L'ultimo gol al San Paolo potevamo evitarlo.

Colpisce moglie e figlio alla testa con una chiave inglese
I soccorritori hanno trovato la moglie e il figlio in fin di vita, con la donna accorsa in aiuto del figlio aggredito da Silva. Entrambi sono stati trasportati d'urgenza con l'eliambulanza in ospedale, dove si trovano in reparto di rianimazione .

"Allegri infastidito dal Napoli"- Queste le parole di Condò ai microfoni di Sky Sport: "Jorginho è senza ombra di dubbio uno dei migliori centrocampisti italiani in circolazione, anche se per me il top resta sempre Verratti. Ora dobbiamo pensare alla partita di lunedi' (contro il Cagliari, ndr) abbiamo una partita difficile e dobbiamo arrivare pronti". Alla è sulla stessa lunghezza d'onda. "Faremo di tutto per accontentarli, ma sta a noi trascinarli mostrando una mentalità importante pure in questi appuntamenti europei". C'è tanto amaro in bocca.

Sarri ammette poi che qualcosa manca a livello di concentrazione in Europa e a livello numerico in organico...: "La gara di giovedì è stato un fulmine a ciel sereno proprio perché il livello degli allenamenti era stato quello di sempre".

Comments