Pyeongchang 2018, pattinaggio artistico: oro alla 15enne Zagitova, Carolina Kostner quinta

Adjust Comment Print

"La crescita interiore - ha aggiunto l'azzurra alla sua quarta Olimpiade, bronzo quattro anni fa a Sochi - non si ferma al risultato della gara che è una fotografia di quattro minuti".

La Kostner, esibitasi sulle note de L'apres-midi d'un faune di Debussy, ha purtroppo messo le mani a terra sul triplo flip e l'atterraggio dal triplo toe-loop non è stato dei migliori, il triplo lutz si distingue per la sua unicità tecnica, brava sulle trottole ma le avversarie si sono rivelate complessivamente superiori in una finale dall'altissima caratura tecnica. Alla Gangneung Ice Arena ha trionfato la Russia con il primo posto della quindicenne Alina Zagitova (239.57) e il secondo posto di Evgenia Medvedeva (238.26).

Sull'Italia da domenica gelo siberiano, neve anche sulle coste
Potrebbe essere un' ondata di maltempo con freddo e neve come non si vedeva da tempo e la quale potrebbe entrare negli annali. Ormai mancano solo poche ore e poi Burian , l'ondata di gelo siberiano si abbatterà anche sulla nostra Penisola.

Si chiude con un quinto posto nel singolo del pattinaggio di figura l'avventura di Carolina Kostner alle Olimpiadi invernali di Pyeongchang. La Osmond ha vinto il bronzo con 231.01 punti, mentre la nostra Carolina ha chiuso con 212.44 punti, quasi dieci punti di distacco dalla giapponese Miyahara, quarta. Il punteggio ottenuto è stato il decimo, ma grazie ai punti sui components (l'aspetto prettamente artistico, di cui la Kostner è una maestra), la Carolina è riuscita ad ottenere il quinto posto assoluto. "Non è nulla di nuovo, anche in passato hanno vinto a questa età - dice la regina azzurra dei pattini - complimenti a queste ragazze, sono orgogliosa di farne parte e condividere la competitività". L'ho vissuta in maniera serena: "mi auguro che il mio cammino sia da esempio, fonte di ispirazione e di speranza per tutti quelli che vogliono rialzarsi, ne vale assolutamente la pena" ha detto l'atleta.

"C'è il mondiale in Italia adesso". "La dedica - ha concluso - è per chi nel momento di buio mi ha aiutato a trovare la luce e la forza per rialzarmi". E' un dominio russo in tutti i sensi quello che va in scena nella notte italiana, dove la 15enne Alina Zagitova si prende la medaglia d'oro con il punteggio di 239.57, la prima per un'atleta russa sotto la bandiera dell'Oar in questi Giochi. "Spero di continuare a trasmettere tutta l'esperienza fatta in questi anni e col tempo poi trovero' la mia strada".

Comments