Addio a Folco Quilici, il più grande documentarista italiano

Adjust Comment Print

È morto all'età di ottantasette anni (ne avrebbe compiti a breve 88) Folco Quilici, noto documentarista amato dagli italiani che conquistò la RAI con il suo grande documentario sull'India. Quilici si è spento nella mattinata di sabato 24 febbraio all'ospedale di Orvieto dove era ricoverato da qualche giorno.

I suoi lavori resteranno per sempre come guida e insegnamento per le giovani generazioni. Amava la natura e aveva trasmesso tutta la sua passione a milioni di persone che con lui e grazie a lui avevano scoperto un mondo che per anni era stato ignoto al grande pubblico e non raccontato da nessuno. Immergersi in un mare infestato dagli squali: l'ho fatto per dare un'emozione a chi quelle cose le ha sempre sognate senza averle mai viste. Specializzato in riprese sottomarine, verrà ricordato anche al di fuori dei confini nazionali per la sua grande attività di crittore e divulgatore.

Champions, Siviglia-Manchester United 0-0: Mourinho regge
Queste le sue parole: "I sogni di Champions League iniziano intorno ai quarti, non prima". Per la squadra di Montella ottima partita di Vasquez .

Nel 1954 immerse la telecamera nei mari dell'emisfero australe per "Sesto continente". Dal 1992 al 1999 raccontò L'Italia del XX secolo in 65 film sviluppati su testi degli storici De Felice, Castronovo e Scoppola, nel 1970 produsse Firenze 1000 giorni, sull'alluvione del 1967. Fin dagli anni 50′, Quilici girava video subacquei.

Folco Quilici ha curato la rubrica "Geo" di Rai3. "Nel ricordarlo con affetto e nostalgia, il sindaco di Parrano esprime le più sentite condoglianze alla famiglia". Storie vere divulgate in maniera semplice ed elegante. amava il mare, di cui era un profondo conoscitore, ma si preoccupava di tutto l'universo mondo legato in particolare all'acqua. I funerali si terranno a Roma mercoledì prossimo.

Comments