Inflazione, prezzi deboli. Rallenta la crescita a febbraio, appena +0,1%

Adjust Comment Print

In frenata anche l'andamento dei prezzi nell'Eurozona. Secondo le stime pubblicate dall'Istat nel documento sui prezzi al consumo per febbraio 2018, l'indice nazionale dei prezzi al consumo per l'intera collettività (NIC), al lordo dei tabacchi, aumenta dello 0,1% su base mensile e dello 0,6% su base annua (da +0,9% di gennaio).

Per questo motivo l'inflazione armonizzata, al netto delle componenti più volatili, a febbraio riesce a segnalare un aumento di un decimo di punto percentuale (+0,7% da +0,6% di gennaio), mentre il dato al netto dei soli Beni energetici sale dello 0,3% (contro il +0,6% di gennaio).

In Italia il leggero aumento su base mensile dell'indice generale è dovuto principalmente al rialzo, influenzato da fattori stagionali, dei prezzi dei servizi relativi ai trasporti (+1,5%), in parte bilanciato dal ribasso dei prezzi dei beni alimentari non lavorati (-0,7%) e di quelli dei beni durevoli (-0,5%). Secondo l'Eurostat, l'energia potrebbe aver raggiunto il tasso annuo più elevato rispetto alle altre componenti (+2,1%), seguito dai servizi (+1,3%), cibo, alcol e tabacco (+1,1%) e beni industriali non energetici (+0,7%).

Il tasso congiunturale (variazione sul mese precedente) è pari al +0,2%, mentre il tasso tendenziale registra una variazione del +0,5%.

Spara alla moglie e poi si suicida: tragedia a Zurigo
Il luogo della tragedia è stato subito raggiunto da auto e camionette della polizia ed è stato interdetto ai pedoni. Dopo i colpi di pistola, gli astanti sono fuggiti terrorizzati, pensando si trattasse di un attacco terroristico.

I prezzi dei beni alimentari, per la cura della casa e della persona diminuiscono dello 0,2% su base mensile e dello 0,1% su base annua (da +1,2% di gennaio).

L'analisi per tipologia di beni e servizi evidenzia come siano ancora i prodotti a bassa frequenza di acquisto ad essere deflattivi mentre i prezzi dei beni ad alta e media frequenza di acquisto risultano inflattivi.

Secondo le stime preliminari, l'indice armonizzato dei prezzi al consumo (IPCA) diminuisce dello 0,3% su base mensile e aumenta dello 0,7% su base annua (era +1,2% a gennaio). Responsabile Gigi Beltrame - Dir. La redazione posta alcune notizie quotidianamente, senza alcuna cadenza fissa.

Comments