"Safety car 2", la Polizia contro i furti di auto e moto

Adjust Comment Print

L'operazione della polizia di Stato, coordinata dal servizio controllo del territorio della Direzione centrale anticrimine, si è sviluppata in varie giornate consecutive in molte questure d'Italia.

L'iniziativa è stata pianificata attraverso un tavolo tecnico, preceduto da un'analisi investigativa delle aree ove il fenomeno è maggiormente diffuso e dei luoghi dove i veicoli provento di furto possono essere custoditi. Particolarmente utile l'impiego del 'sistema Mercurio', un dispositivo di rilevazione automatica di targhe collegato con un data base, che ha consentito di controllare in tempo reale targhe di veicoli in transito o parcheggiati.

Sono centinaia gli arresti, 352 denunce in stato di libertà, 618 veicoli rubati restituiti ai legittimi proprietari: è stato questo il risultato dell'operazione portata a termine dalla Polizia di Stato e denominata 'Safety car 2'.

Israele, sospese le nuove tasse: il Santo Sepolcro riapre
Le Chiese di Gerusalemme protestano contro la nuova politica fiscale del comune e perché il comitato ministeriale discute su una legge per espropriare la terra venduta nel 2010.

Sono state elevate 28 contravvenzioni al codice della strada, 2 contravvenzioni al testo unico delle leggi di pubblica sicurezza ed eseguiti 2 sequestri amministrativi di automezzi (tra cui uno a carico di un pluripregiudicato).

Sono state passate al setaccio ben 134712 targhe, grazie alle nuove tecnologie di cui dispone la Polizia di Stato. Sono state identificate oltre 200 persone, delle quali 73 stranieri e 61 con pregiudizi di polizia. Complessivamente sono stati controllati 12.010 veicoli, 213 autovetture, un motoveicolo, un mezzo adibito al trasporto di cose. Anche nelle prossime settimane la Polizia di Stato continuerà i servizi di controllo del territorio finalizzati a garantire la sicurezza stradale.

Comments