Beppe Grillo : Forse è finita l'epoca del Vaffa

Adjust Comment Print

Ultimo giorno di campagna elettorale, e nel campo 5s torna la voce di Beppe Grillo.

I candidati sanniti e irpini del Movimento 5 Stelle hanno incontrato i cittadini spostandosi sul territorio. "Ma il mondo non è un utero in affitto, sono tempi difficili, non c'è da scherzare". La galleria è stata abbandonata: non solo dai cittadini e da qualsiasi forma di attrattività, ma anche dai commercianti. Avvilito da saccenti provenienti da grandi università, che parlano tra loro con idee di altri, dove non hanno pubblicato quasi nulla, sino alle umiliazioni più estreme: il governo del nipote e quello del bugiardo compulsivo. Un giovane candidato presidente del Consiglio è costretto a confrontarsi con un ologramma truccato e incandidabile.

Aparv: ondata di gelo eccezionale, e da giovedì allerta per la neve
Giovedi' Nord imbiancato , fiocchi anche su parte del Centro fino in pianura. Un freddo eccezionale ma non persistente: "4-5 giorni e poi ne siamo fuori".

"Hanno detto che il periodo del vaffa è finito: può darsi che sia finito il nostro diritto al grido, abbiamo gridato quando c'era quel silenzio ed era giusto, abbiamo fatto una rivoluzione ma il vaffa rimarrà, magari non tutto, un vaffino da mettere come una calamita sul frigo, ricordati del tuo primo vaffanculo!". "I nostri avversari sono l'idiozia, la disonestà, la slealtà, quelli sono i nostri avversari", ha aggiunto. I problemi, eventuali divisioni ed altro, se ci saranno, riguarderanno il post voto e saranno eventualmente legate al risultato del voto. Il movimento - continua - è nato su quelle parole guerriere e si è nutrito della saggezza migliore degli italiani: adesso siamo qui, a confortarci con il lato più oscuro e nebbioso del carattere del nostro popolo.

Comments