"Sei scaduto!": Berlusconi contestato da attivista Femen a torso nudo

Adjust Comment Print

E' stato un altro voto con contestazione quello di oggi di Silvio Berlusconi, ancora una volta preso di mira dalle Femen nel seggio di via Scrosati nel quartiere Lorenteggio a Milano, non lontano da dove abitava sua mamma Rosa. "Berlusconi ha dietro di sé una lunga carriera fatta di corruzione, ricatti, mano messa sui media e le comunicazioni nazionali, organizzazione di serate a carattere sessuale con ragazze minorenni, uso frequente della prostituzione, e talmente altre fatti che sarebbe difficile riunirli in un articolo solo", si legge sul profilo. La contestatrice è stata poi portata via dalle forze dell'ordine.

Si tratta di una 30enne franco-algerina e cittadina francese.

Ora la giovane è indagata per resistenza a pubblico ufficiale, per aver provocato disordini durante le operazioni elettorali e per non aver obbedito al richiamo del presidente del seggio.

L'appello di Matteo Renzi: noi o il caos
Dipende del tutto dal Pd, dal nostro riuscita. "Le mie parole sono state strumentalizzate". Si veda quello a Hillary Clinton contro Donald Trump, per citare uno degli ultimi esempi.

All'uscita dal seggio, Berlusconi si è fermato a scambiare poche battute coi giornalisti, e su ciò che era appena accaduto ha ironizzato: "E' finito il mio tempo? Sì, era finita la coda". "È andata via così in fretta, non l'ho nemmeno vista", ha commentato invece Berlusconi una volta rientrato nel seggio.

In quest'anno responsabile della liberazione della parola delle donne, e anche dell'ascolto di questa parola, non dimentichiamo che Asia argento, prima donna ad aver sporto denuncia contro Harvey #Weinstein, ha dovuto lasciare la sua Italia Natale.

Comments