Diretta-Spalletti in conferenza: "Domani match fondamentale. Valero da valutare"

Adjust Comment Print

La sconfitta contro la Roma (la n° 700 per gli azzurri in Serie A) ha interrotto la striscia di 10 successi consecutivi del Napoli in campionato.

Ricchissima, sarà anche la domenica calcistica che si aprirà, come di consueto, con l'anticipo dell'ora di pranzo.

"Il fattore San Siro può creare imbarazzo agli avversari ma anche a te". Il pubblico merita largamente la Champions.

"Ripartire dopo quello che è successo?"

Siamo molto più in contatto, molto più amici, più affezionati l'uno all'altro di quanto emerge.

Senegalese ucciso a Firenze, in migliaia al corteo antirazzista
In questo modo - aggiunge - sarà possibile per l'Amministrazione comunale proclamare per quel giorno il lutto cittadino . Non era una risposta scontata: " Firenze dimostra di essere una città aperta, soprattutto rispettosa della vita umana ".

Inevitabile prima un pensiero a Davide Astori. Come si è detto fino ad ora erano comportamenti di quelli più belli e che ci vogliono nello sport. Mi ricorderò sempre del momento in cui i miei giocatori sono venuti nel mio ufficio a darmi la notizia. Quella è la cosa fondamentale, che mi ha stimolato a venire qui e che hanno raggiunto i nostri tifosi. Il Napoli, dal canto suo - dopo la sconfitta casalinga rimediata contro la Roma - vorrà reagire, riprendendo la marcia verso lo Scudetto. Dobbiamo essere quasi perfetti per batterli.

Dall'esterno sembra che non tutti i giocatori abbiano dato il 100% nell'ultimo periodo.

"Non c'è più spazio per le banali esternazioni individuali". Hanno capito l'importanza di cosa voglia dire far parte dell'Inter. Per noi Inter-Napoli è una partita fondamentale per il nostro cammino, ha un valore ancora più importante perché non abbiamo portato a casa vittorie nelle gare precedenti. Da qui alla fine del campionato su 12 partite ne abbiamo 7 fuori e 5 dentro, dobbiamo vincere le partite e basta. "Si deve costruire un futuro gettando le basi su di loro". Rafinha si sta allenando sempre di più sviluppando sempre meglio le sue caratteristiche. "Questo ci fa ben sperare per averlo a disposizione al 100%". "Io lo candido ad essere un allenatore che ha fatto vedere un calcio importante, fatto di ricerca". Il Napoli ha ricevuto consensi da qualsiasi avversario e questo fa chiarezza sulle intenzioni del mio discorso. Anche noi abbiamo buoni numeri. Indispensabile con Benitez, il tecnico che lo spinse al trasferimento a Napoli, stessa cosa con Sarri che lo convinse a restare al suo primo incontro a Dimaro. "Non si può gestire niente, le partite vanno vinte". Nella gara d'andata siamo stati molto bravi nel palleggio difensivo, domani però dovremo cercare di rischiare meno rispetto al San Paolo. Forse ci è mancato l'ultimo passaggio. "Non c'è nessun problema". La paura di perdere non è una strategia. "Abbiamo bisogno di una vittoria per la classifica, dobbiamo giocare per vincerla".

Domani quindi guai a commettere errori: "È un'idea corretta. In alcune situazioni sono dei funamboli".

Comments