Ascoli Picchio, due giocatori bianconeri aggrediti al ritorno da Venezia

Adjust Comment Print

Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, sono stati colpiti da pugni e schiaffi dopo che un gruppo di individui con il volto coperto e sciarpe bianconere si sono avvicinati a loro. "Un fatto fra l'altro controproducente peruna squadra in difficoltà di classifica che invece ha bisognodell'affetto dei tifosi, come del resto dimostra la stragrandemaggioranza della tifoseria bianconera - aggiunge la nota -".

Francesco Bellini, presidente dell'Ascoli, ha utilizzato il sito ufficiale del club bianconero per esprimere il suo sconcerto per l'aggressione subita da Vincenzo Venditti e Samuele Parlati al ritorno della squadra dalla trasferta da Venezia.

Formula 1, Raikkonen il più veloce a metà giornata
Buoni tuttavia i segnali arrivati anche sul fronte dell'affidabilità, considerati i 188 giri complessivi inanellati dal tedesco. Il campione del mondo ha girato complessivamente 90 volte mentre il finlandese 85.

L'Ascoli da qualche giorno occupa l'ultimo posto in Serie B, la paura di retrocedere è tanta, il rischio dopo tante stagioni di ritornare in Serie C è forte.

La Società, che si auspica che tale episodio resti isolato e circoscritto, ha sporto denuncia contro ignoti e perseguirà legalmente anche gli autori di post intimidatori sul web che istigano alla violenza. "Aggredire i componenti dell'Ascoli Picchio equivale a colpire l'intera Società, che, pur sentendosi ferita dal vile gesto, crede fermamante nel raggiungimento della salvezza della categoria e attraverso ogni suo interprete farà di tutto per ottenerla". La società marchigiana denuncia poi un clima di tensione che si protrae da diverso tempo: "Da mesi il club deve fare i conti con un clima intimidatorio e di minacce, più volte segnalato alle autorità e che stanotte è culminato nella violenza fisica". Saremo sempre vicini ai nostri giocatori.

Comments