Ascoli Picchio, due giocatori bianconeri aggrediti al ritorno da Venezia

Adjust Comment Print

Stando a quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport, sono stati colpiti da pugni e schiaffi dopo che un gruppo di individui con il volto coperto e sciarpe bianconere si sono avvicinati a loro. "Un fatto fra l'altro controproducente peruna squadra in difficoltà di classifica che invece ha bisognodell'affetto dei tifosi, come del resto dimostra la stragrandemaggioranza della tifoseria bianconera - aggiunge la nota -".

Francesco Bellini, presidente dell'Ascoli, ha utilizzato il sito ufficiale del club bianconero per esprimere il suo sconcerto per l'aggressione subita da Vincenzo Venditti e Samuele Parlati al ritorno della squadra dalla trasferta da Venezia.

CALCIO. Higuain vuole triplete, 'Juve punta a vincere tutto'
Così Buffon mi ha parlato, mi ha spiegato quanto ero importante per la squadra con le mie qualità anche senza fare gol . Quando sembra che le cose vadano male, emerge lo spirito della Juventus e lo abbiamo dimostrato a Londra.

L'Ascoli da qualche giorno occupa l'ultimo posto in Serie B, la paura di retrocedere è tanta, il rischio dopo tante stagioni di ritornare in Serie C è forte.

La Società, che si auspica che tale episodio resti isolato e circoscritto, ha sporto denuncia contro ignoti e perseguirà legalmente anche gli autori di post intimidatori sul web che istigano alla violenza. "Aggredire i componenti dell'Ascoli Picchio equivale a colpire l'intera Società, che, pur sentendosi ferita dal vile gesto, crede fermamante nel raggiungimento della salvezza della categoria e attraverso ogni suo interprete farà di tutto per ottenerla". La società marchigiana denuncia poi un clima di tensione che si protrae da diverso tempo: "Da mesi il club deve fare i conti con un clima intimidatorio e di minacce, più volte segnalato alle autorità e che stanotte è culminato nella violenza fisica". Saremo sempre vicini ai nostri giocatori.

Comments