Napoli, bimba di 7 mesi muore per meningite

Adjust Comment Print

Vani i tentativi di salvarla. Nonostante il tempestivo intervento dei medici specializzati, la piccola si è spenta tra le lacrime dei familiari. Ieri mattina l'arrivo in pronto soccorso, in codice rosso, all'ospedale di Nola. Una corsa contro il tempo che si è rivelata del tutto inutile.

Il dramma è avvenuto in poche ore.

È morto l'imprenditore Soffiantini: fu rapito è tenuto prigioniero nella campagna maremmana
Dopo il prelievo, è rimasto rinchiuso in diversi covi tra le montagne della Calvana e le campagne fra Grosseto e Siena. Enrico Mentana, all'epoca direttore del telegiornale della rete ammiraglia Mediaset, lesse in diretta la missiva.

La piccola era grave. La meningite che l'ha colpita aveva portato ad una Cid (Coagulazione intravasale disseminata), una delle possibili manifestazioni cliniche dell'infezione.

Dopo averle praticato invano la circolazione extracorporea, usata per ripulire il sangue dalle tossine, i dottori hanno dovuto dichiarare il decesso della bimba. Ma il cuore del piccolo angelo ha smesso di battere. E' difficile raccontare lo strazio dell'ennesimo caso di infezione da meningococco, il batterio killer che così miete in Campania, dall'inizio dell'anno, la quinta vittima sulle 11 infezioni finora contate nel 2018.

Comments