Capaccio Paestum, ritrovato il cadavere di una donna in spiaggia

Adjust Comment Print

Macabra scoperta per un gruppo di studenti in gita a Paestum: i ragazzi, passeggiando in spiaggia, hanno scorto un cadavere di donna. Il corpo, completamente vestito ma con gli indumenti bagnati, era riverso con la testa nella sabbia nell'oasi dunale cilentana, tra le più grandi d'Europa.

Sotto choc decine di bambini che stavano ripulendo il litorale. Non si conoscono ancora le cause del decesso né se ed, eventualmente, da quanto fosse in mare; pertanto, bisognerà attendere i risultati degli esami svolti dal medico legale. Sul posto carabinieri e forze dell'ordine.

Acqua in bottiglia, particelle di plastica nel 93%
Uno studio precedente aveva rinvenuto alti livelli di microplastiche nell'acqua erogata dai rubinetti domestici. L'analisi è stata condotta dall'università statale di New York a Fredonia.

Sconcertati alcuni studenti del Liceo Scientifico di Eboli che si sono accorti per primi del corpo mentre stavano facendo una lezione in spiaggia insieme alla società che gestisce l'oasi dunale. Indossava un giubbino e un leggins di colore scuro e degli stivaletti ai piedi. Sul posto hanno operato i carabinieri della Compagnia di Agropoli, diretta dal capitano Francesco Manna. Assieme a loro anche il biologo di Agropoli Giuseppe Catuogno e l'ex-consigliere comunale Maurizio Paolillo.

Comments