Tomb Raider dovebbe essere un film ma è un videogioco senza joypad

Adjust Comment Print

I fan di Lara Croft hanno dovuto aspettare ben 15 anni per rivedere la loro eroina sul grande schermo, ma dal 15 marzo [VIDEO] potranno rimediare, poiché esce nelle sale cinematografiche italiane [VIDEO] l'atteso reboot.

Il vero motivo per andare al cinema, facendo slalom tra i cliché e le "telefonate", è assistere alla prova di una formidabile Alicia Vikander, una Lara Croft della porta accanto capace di creare un vero legame con lo spettatore. L'eroina dei videogame soprattutto in passato era celebre anche per il suo seno abbondante.

Al fianco di Alicia Vikander ci sarà Dominic West nel ruolo del padre di Lara Croft, Daniel Wu sarà il capitano di una nave che aiuterà Lara Croft a trovare suo padre, e l'attore Walton Goggins sarà il villain.

Manchester United, Mourinho: "I miei nemici godono ma io sono ancora qui"
Ora ne ho 55 e ho fatto quello che ho fatto grazie al lavoro, al talento e alla mentalità. So che sono stati anni difficili quando io vincevo tutto e la gente era stanca di me.

Sempre dal codice sorgente, possiamo trarre informazioni sulla data di lancio del gioco che sarebbe fissata a venerdì 14 settembre, ma solo il 27 aprile avremo informazioni precise sui bonus pre-order e le edizioni speciali. La vostra opinione non è valida, nè desiderata.

Se pensate che questo Tomb Raider farà furore al box office (scommettete?) e che Assassin's Creed (il film) è stato un super flop, i due dovranno davvero amarsi molto per uscire indenni dallo shock. Se il pubblico maschile rimase ipnotizzato da quelle forme pronunciate (leggenda vuole che, in fase di sviluppo, il creatore di Lara, Toby Gard, fu convinto dal suo team a lasciare di misura prorompente le ghiandole mammarie della protagonista, ingrandite per errore del 150% rispetto alle intenzioni iniziali), quello femminile aveva invece finalmente trovato la sua icona: non più una principessa da salvare come la Peach di Super Mario, ma una donna sicura di sé e indipendente, anche pronta a sporcarsi le mani e a uccidere se necessario. "È lei a interpretarla, fattene una ragione". Tutto questo è Tomb Raider, ma in una parola sola è intrattenimento. Sicuramente Uthaug è partito dal vantaggio di essere stato un grande appassionato del videogioco e forse per lo stesso motivo non ha voluto spingersi troppo in la con virtuosismi tecnici che avrebbero confuso la linea narrativa del film. Il suo debutto negli Stati Uniti d'America arriva nel 2012 quando recita in Anna Karenina nel ruolo dell'aristocratica russa che da il titolo al film. Lord Richard Croft è scomparso ormai da sette lunghi anni mentre era alla ricerca della tomba della leggendaria imperatrice Himiko, su un'isola sperduta al largo del Giappone. Questo nuovo Tomb Raider è la storia di una giovane e risoluta Lara Croft, nella sua strada per diventare il personaggio che tutti già amano e conoscono. Tuttavia questi ultimi sono i porting DOS originali sfruttati tramite un emulatore, il che causa un sacco di problemi di prestazioni, risoluzione e comandi. Insomma, quelle cose lì, che solo nei film o nei videogiochi. È un buon film e, partendo con tutti i pregiudizi possibili e immaginabili, direi che andarlo a vedere non è (più) un'eresia.

Comments