Giornate FAI di Primavera 2018: in Campania circa 80 i luoghi aperti

Adjust Comment Print

Le Giornate FAI sono diventate dunque un appuntamento ambito, un evento nazionale di grande attrattiva, ma non per questo hanno perduto lo spirito originario: quello di accompagnare gli italiani a scoprire o riscoprire la bellezza che li circonda, che spesso passa inosservata o, peggio, viene dimenticata e deturpata.

Tutto pronto ad Agrigento per la presentazione della nuova edizione delle "Giornate FAI di Primavera".

Per l'edizione 2018 la Città di Santa Maria Capua Vetere avrà un ruolo da autentica protagonista con l'apertura di ben 13 siti che potranno essere visitati dalle 9.30 alle 17.00. Eccezionale la mobilitazione di risorse umane, tutti volontari, per un evento che si avvale del patrocinio del Comuni di Santa Maria C.V. e di Caserta, dell'Università della Campania "Luigi Vanvitelli", della Soprintendenza Archeologia, Belle arti e Paesaggio, del Polo museale della Campania, della Reggia di Caserta e del Coni di Caserta, nonché del sostegno di Ferrarelle main sponsor del Fai a livello nazionale. A loro saranno dedicate visite esclusive, corsie preferenziali ed eventi speciali, perché iscriversi al FAI è un gesto civile e al tempo stesso un beneficio: conviene a se stessi e fa bene all'Italia. Compreso il progetto "Apprendisti ciceroni" che vedrà oltre 600 studenti opportunamente preparati per illustrare le peculiarità storico-artistiche dei monumenti durante le visite guidate.

Sorteggio quarti di finale Champions League: sarà Juve-Real Madrid e Barcellona-Roma
E chissà che, proprio in quel Santiago Bernabeu che non era tenerissimo con lui, il 'pipita' non possa predersi una rivincita. Anche se c'è da dire che per la Juventus sarebbe di certo meglio affrontare la Roma che una tra Barca e Real .

Ogni regione ha i propri appuntamenti, ogni località le sue sorprese e anche quest'anno il catalogo dei luoghi aperti a tutti è molto vario e ricco di proposte.

Il weekend darà l'opportunità di visitare a Padova e altrove siti normalmente chiusi e inaccessibili al pubblico. A Bacoli i giovani Apprendisti Ciceroni® guideranno il pubblico al Parco Archeologico di Cuma; mentre a Pozzuoli, in via del tutto straordinaria, si potrà visitare l'Accademia Aeronautica Militare, tra le più antiche accademie nel mondo. A Massa Lubrense oltre la Chiesa del Santissimo Salvatore e il borgo di Schiazzano sarà possibile percorrere il sentiero escursionistico della Baia di Ieranto. Su www.giornatefai.it si trova l'elenco completo delle aperture. Ancora luoghi monumentali nel comune di Sorrento dove quest'anno eccezionalmente sarà visitabile la Villa Romana del Capo di Sorrento, detta dalla tradizione popolare "I bagni della regina Giovanna".

Ogni anno, nel primo week end di primavera, i volontari delle Delegazioni del FAI -FONDO AMBIENTE ITALIANO aprono al pubblico palazzi, aree archeologiche, borghi, chiese e monumenti sconosciuti o poco accessibili, per far conoscere la bellezza e la varietà del patrimonio culturale italiano, compreso quello cosiddetto "minore", grazie anche alla disponibilità di istituzioni pubbliche e privati cittadini che consentono la fruizione dei rispettivi siti.

Comments