Minaccia di buttarsi con la bambina: "Era stato denunciato per maltrattamenti"

Adjust Comment Print

Ha rapito una bambina di due anni e mezzo da un centro di accoglienza per rifugiati nel Mugello per ritorsione nei confronti di connazionali che lo avevano denunciato per violenza sessuale.

Nel pomeriggio odierno (domenica 18 ndr) i Carabinieri di Borgo San Lorenzo e di Scarperia hanno arrestato in flagranza per lesioni, minacce aggravate e resistenza a pubblico ufficiale un 27enne nigeriano richiedente protezione internazionale, domiciliato presso il centro di accoglienza S.P.R.A.R "Villaggio la brocchi".

Il richiedente asilo si è diretto al fiume con la bambina ed ha minacciato di ucciderla a bastonate e di gettarla nel fiume. Ci è riuscito sottraendo con forza la piccola dalle braccia della madre dopo aver sfondato le porte d'ingresso di due appartamenti del centro di accoglienza.

Giornate FAI di Primavera 2018: in Campania circa 80 i luoghi aperti
Il weekend darà l'opportunità di visitare a Padova e altrove siti normalmente chiusi e inaccessibili al pubblico. Tutto pronto ad Agrigento per la presentazione della nuova edizione delle " Giornate FAI di Primavera ".

Protagonista un 27enne nigeriano che chiedeva di rivedere sua figlia e la moglie allontanate ieri dal centro dopo una denuncia nei suoi confronti per maltrattamenti e violenza sessuale. Dopo ha percorso circa due km a piedi, si è portato lungo l'argine del fiume Sieve, ove ha minacciato di colpire la bambina con una bastone e di gettarla nelle acque del fiume.

Grazie al tempestivo intervento dei carabinieri è stata evitato il peggio.

La piccola è stata trasportata al pronto soccorso dell'ospedale di Borgo San Lorenzo, in stato di leggera ipotermia, ma è stata dimessa dall'ospedale e riconsegnata alla mamma. Gli uomini della benemerita sono riusciti a bloccare l'extracomunitario in flagranza di reato, che cercando di sfuggire alle proprie responsabilità ha opposto resistenza, causando traumi non gravi al alcuni militari. I medici che l'hanno visitata non hanno riscontrato nella bambina alcune ferite evidenti.

Comments