Centrodestra unito sui presidenti: "Al M5s la Camera, a noi il Senato"

Adjust Comment Print

Prima dell'inizio della legislatura, che avvenirà ufficialmente venerdì prossimo, i neoeletti sono andati alla Camera dei Deputati per registrarsi negli uffici di Montecitorio.

Dal centrodestra, intanto, si fa sentire il governatore della Liguria Giovanni Toti: "L'importante è che il centrodestra trovi una posizione unitaria perché unitariamente si è presentato agli elettori, e unitariamente auspico riesca a fare un governo; così come, ovviamente, unitariamente si confronterà sulle cariche istituzionali di garanzia".

Senato e Camera hanno iniziato le procedure di registrazione dei parlamentari risultati eletti lo scorso 4 marzo. "Un'ottima notizia per Prato e per la Toscana".

Di Maio, rivolgendosi a Castaldi e ai suoi colleghi, conferma l'apertura al dialogo con gli altri partiti, soprattutto con la Lega: "Dei ministri si parla con il presidente della Repubblica, dei temi invece con i partiti politici". E alla domanda se i Cinquestelle debbano rinunciare al veto sugli indagati per chiudere l'accordo, Salvini ha risposto: "No, devono esserci nomi e cognomi condivisi da tutti e penso che ogni partito possa avere nomi e cognomi condivisi da tutti".

Buffon al ritorno in Nazionale: "Sono qui anche per Astori"
Il primo raduno azzurro senza Astori? "Questo è un altro motivo per cui sono qua, ho pensato fosse giusto rispondere a questa convocazione ed essere presente in questo momento".

L'accordo era nell'aria da giorni, ma oggi, al termine di una riunione del centrodestra a via di Villa Grazioli, è arrivato il via libera per le nomine ai vertici di Camera e Senato. "A tal fine, anche per concordare i nomi dei presidenti e dei vicepresidenti di Camera e Senato, - aggiungono, i leader del centrodestra - invitiamo i rappresentanti delle altre forze politiche a un incontro congiunto nella giornata di domani".

Il leader di Forza Italia Silvio Berlusconi (S) e il segretario della Lega Matteo Salvini. Ovvero, che premi i due vincitori, il M5S a Montecitorio e il Carroccio o qualche altro candidato indicato dalla coalizione di centrodestra al Senato, anche se con un'unica prescrizione, sempre la stessa: sono escluse figure con "condanne o processi in corso".

Tra i nuovi arrivati c'era anche l'esponente del Movimento 5 Stelle, candidata al collegio uninominale di Agropoli, l'unica Cinque Stelle ad aver perso la sfida diretta in Campania. Ma ci sono i senatori di Forza Italia...

Comments