Messi Argentina, la Pulce: "Se non vinco i Mondiali, lascio"

Adjust Comment Print

In attacco sulle corsie esterne dovrebbero agire Insigne e Chiesa, ma occhio ad una possibile esclusione del calciatore della Fiorentina che non è al 100%, in ogni caso è pronto a sostituirlo Candreva. Immagino sempre di poter giocare questa finale, vincerla e alzare la coppa.

Tre finali perse con la maglia della propria Nazionale pesano come un macigno sulla strepitosa carriera di Lionel Messi, al quale manca solamente un vero trionfo con l'Argentina per coronare una vita calcistica da sogno.

Messi Argentina, il fuoriclasse del Barcellona è in un momento di grande forma e si prepara a concludere la stagione nel migliore dei modi.

Clementino, la confessione shock: 'Sono stato sopraffatto dalla cocaina'
Un racconto che Clementino precisa diventerà inevitabilmente l'ispirazione per il suo prossimo lavoro discografico. Sapete come funziona, sei un artista, te la offrono, poi te la compri e poco dopo non sei più tu.

"E' complicato non pensarci - aggiunge Messi - perché è un Mondiale e manca sempre meno. Però in Russia andremo con tanta fiducia, per cercare di riportare la Coppa in Argentina: che Dio ci aiuti".

In merito a un eventuale fallimento: "Per il pubblico raggiungere tre finali non è stato abbastanza, visto che non siamo riusciti ad alzare trofei". Ad approfittare della sosta sono proprio le nazionali, in vista soprattutto del prossimo Mondiale in Russia. Ha anche aggiunto: "Con la nascita di Thiago ho capito che la cosa che più conta non è il risultato, la vita è pure altre cose".

QUELLO CHE HO MANGIATO - "Ho mangiato male per molti anni e il mio corpo ne ha risentito per quello vomitavo in campo". Di sicuro, nella famiglia, ha tutte le certezze di cui ha bisogno. E' un po' ciò che sentiamo in questo gruppo che gioca assieme da tempo - ha ammesso il n.10 dell'Albiceleste - ed è anche una sensazione che ci viene trasmessa dalla gente. Il fatto di venire qui a Barcellona a 13 anni non mi è costato tanto, al contrario dei miei fratelli: "rimanemmo soli qui a Barcellona io e mio padre, ma vedendo quanto la possibilità Barça fosse importante abbiamo scelto di restare e mi sono adattato rapidamente". "Ma ho imparato a conviverci".

Comments