Salvini ribadisce: "Il prossimo Premier sarà indicato dal centrodestra"

Adjust Comment Print

In provincia di Frosinone la Lega lancerà un'Opa sul centrodestra entro pochi mesi, in vista delle europee e, forse, delle elezioni politiche anticipate. In compenso costruisce l'alleanza da cui può nascere domani il futuro governo del Paese. Su una cosa Salvini era stato irremovibile: non sarebbe andato in serata nella residenza di Silvio Berlusconi. Sono molto felice per questo accordo: per il bene del Paese, per gli italiani. In casa M5S inoltre, vanno registrate le parole di Beppe Grillo che a chi gli ha chiesto di un governo Di Maio ha replicato laconico: "Decide Mattarella".

"Io spero - ha sottolineato - che dopo anni di governi votati da nessuno i partiti possano prendere atto del risultato del 4 marzo". Si dovrà consumare una rottura con Forza Italia, e Berlusconi dovrà finire nella ridotta dell'opposizione con il Pd.

Cosa è successo da un giorno all'altro? Così dopo i temi proposti "a tutti" dal candidato premier dei Cinque Stelle, ecco le fondamenta di un eventuale esecutivo a trazione leghista. Probabilmente non c'è una sola spiegazione. Entrambi i leader di Lega e M5s aspirano ad arrivare a Palazzo Chigi e non è detto che non ci riescano entrambi, mandando avanti un terzo uomo in un ipotetico governo Lega-M5s. E c'entra, infine, la tenuta del partito.

I parlamentari del M5s hanno votato scheda bianca sia alla Camera sia al Senato nelle prime due votazioni per l'elezione dei presidenti delle Camere. Fico è stato eletto con 470 voti, una ventina in meno di quelli della maggioranza in pectore; Casellati con 240, 9 in meno.

Tutto questo avrà effetti anche sui livelli provinciali, dove Forza Italia e Pd appaiono sotto choc, mentre i partiti più piccoli sembrano relegati a vere e proprie riserve indiane. "Sarà il presidente della Repubblica che darà l'incarico", Di Maio "lasciatelo lavorare bene, in pace, tranquillo", ha detto oggi il garante del Movimento uscendo dall'hotel Forum a Roma.

Mara Venier attacca Francesco Monte e Eva Henger dopo la foto insieme
A quanto pare il canna-gate dell'Isola dei Famosi , che si protrae dal lontano 29 gennaio, potrebbe arrivare ora a un epilogo. Nelle foto trapelate sui social, notiamo alcuni scatti di gruppo, con Eva Henger e Francesco Monte sorridenti e abbracciati .

L'ombra, però, di quei sessanta voti che sono mancati a Fico rimane.

La capacità di Matteo Salvini di imporre a Berlusconi di modificare l'indicazione originaria di Paolo Romani per Palazzo Madama per superare il veto dei 5 stelle e contemporaneamente di convincere Di Maio a modificare la scelta di Fraccaro per Montecitorio lascia intendere un asse ormai consolidato con il Capo politico dei grillini che potrà portare presto ad un accordo politico, nel senso della staffetta indicata. Questo porterà ad un nuovo governo.

Serviranno tempi più lunghi e soprattutto che si realizzi una condizione, necessaria per gli schemi del M5S. Davanti al bivio se forzare la mano e restare fuori dall'accordo o fare un passo indietro di compromesso, ha scelto la seconda strada. Se i Cinque Stelle sapranno essere duttili abbastanza da accettare i compromessi necessari.

Allo stato attuale quante possibilità ci sono secondo lei che si torni alle urne? Ora il capo del Carroccio vuole incassare gli utili della capitalizzazione sulla coalizione e puntare alla "pazza idea" del governo, convinto di aver dimostrato "di saper trovare una soluzione anche quando sembra impossibile".

Comments