I nuovi Huawei P20 e P20 Pro

Adjust Comment Print

Conferme anche dal fronte Huawei P20.

Huawei P20 gira sul chipset Kirin 970 con processore octa-core (4x A73 + 4x A53), Mali-G72MP12 e 4 giga di RAM. Una simile progettazione garantisce scatti professionali anche in condizioni di scarsa luminosità, anche perché i sensori hanno apertura variabile f/1.6-2.4 e c'è a disposizione lo zoom ibrido 5x. Il chip ha anche NPU dedicato di Huawei per l'accelerazione dell'apprendimento automatico.

"La versione base del Huawei P20 ha sistema operativo Android Oreo 8.1 con Emui 8.1, processore Kirin 970 AR 8 Core, display full view da 5.8" TFT FULLHD+ con notch minimo, 4 GB di RAM, 128 GB di memoria interna, fotocamera posteriore Leica dual Summilux da 12 Mpx RGB f1.8 + 20 Mpx monochrome f1.6, Hybrid Zoom 2x.

La fotocamera del P20 è dotata di autofocus a 4 vie (PDAF, laser, contrasto e rilevamento della profondità); inoltre, è presente un flash LED bicolore. Anche in questo modello sono previsti i quattro colori del Plus, ma in Italia arrivano solo i modelli neri e blu, a 679 euro. La fotocamera anteriore, per i selfie, è da ben 24 Megapixel con spiccate funzionalità in real time, grazie all'integrazione con l'AI, potremo ritoccare il volto in tempo reale ed la funzione 3D Portrait Lighting. Oltre a P20 e P20 Pro, sale sul palcoscenico il Mate RS Porsche Edition. L'impiego di materiali premium come metallo e vetro per la realizzazione del telaio e della scocca testimonia la volontà di rendere il prodotto uno dei contendenti allo scettro di miglior smartphone della stagione. Il P20 è classificato IP53 per resistenza a polvere e spruzzi. Assolutamente inedito il nuovo colore Twilight, sfumatura che va dal viola fino al verde.

Il nuovo device sarà disponibile in tutti i mercati.

La conferenza si è chiusa, la versione Pro sembra davvero molto interessante per il comparto fotografico.Che ne pensate dei nuovi Huawei P20 e P20 Pro? Il P20 Pro si differenzia dal fratellino più piccolo per la presenza di un bellissimo display AMOLED da 6,1 pollici dalla stessa risoluzione e formato 19:9 del fratellino minore. Il sensore di impronte digitali è posto frontalmente ed é sempre attivo; supporta i gesti di scorrimento.

Al via primo voto per presidente Camera
Un atto di amore verso il parlamento e verso il centrodestra: abbiamo votato Anna Maria Bernini' in Aula ora. Intanto il Pd si riunirà stasera alle 18 per decidere quale sarà la linea da adottare.

L'interfaccia della fotocamera è in grado di riconoscere ogni scenario (come Huawei Mate 10 Pro), mostrerà al bisogno la linea guida dell'orizzonte e, in caso di una foto di gruppo, è in grado di delimitare con un rettangolo la zona più adatta per mettersi in posa. Riguardo la memoria, il P20 usa coadiuvato da 4 GB di RAM e 128 GB per l'archiviazione, il P20 Pro porta la Ram a 6 GB ma mantiene inalterato lo storage.

Partiamo, ovviamente, dal modello top di gamma, che è quello di cui abbiamo più volte parlato negli scorsi giorni e settimane.

In Huawei P20, infatti, scompare la tripla lente posteriore, a favore di due obiettivi, ovviamente targati Leica, da 20 e 12 megapixel. Prendendo in esame le caratteristiche dei migliori smartphone cinesi, dunque, ci si può fidare?

A quanto pare non ci sono compromessi per questo compatto fotografico tanto da totalizzare ben 109 punti su DXOMark. Completa egregiamente questa composizione anche la fotocamera frontale con una risoluzione di ben 24 MP per tutti e due gli smartphone oggi presentati. Non vediamo quindi l'ora di testare sul campo le capacità di questi nuovi P20, per vedere se Huawei sarà stata in grado di vincere la sfida delle prestazioni contro Apple e Samsung (che potrebbe essere il preludio per vincere anche quella delle vendite e diventare il primo produttore al mondo di smartphone). Mancano all'appello ingresso jack da 3.5mm e certificazione IP67.

Huawei P20 e P20 Pro avranno Android 8.1 con EMUI 8.1 in esecuzione.

Comments