Viareggio Cup, l'Inter trionfa ai supplementari: decisiva la rete di Vergani

Adjust Comment Print

Trionfo dell'Inter Primavera nella finalissima del Torneo di Viareggio. Nei tempi supplementari decide il 17enne Vergani, che sfrutta un errore di Ghidotti, al quale la palla sfugge dalle mani, e regala la vittoria ai nerazzurri.

Stando a quanto riportato da "CalcioeFinanza.it", oltre ai risultati della prima squadra, che hanno portato 4,6 milioni di euro nelle casse del club al termine del girone d'andata, nel contratto con Suning.com infatti sono previste anche clausole legate alle prestazione della squadra Primavera: ogni trofeo ufficiale, infatti, 500mila euro di bonus. L'Inter ringrazia e, così, fa festa per la seconda volta in stagione. "Adesso io vivo la Fiorentina e volevo riportare questa coppa dopo tanti anni a Firenze, purtroppo non ci sono riuscito ma sono orgoglio dei miei ragazzi che hanno dato tutto". Negli episodi siamo stati condannati in maniera fin troppo severa visto che al primo tiro in porta abbiamo preso gol e su calcio d'angolo c'è stato il raddoppio.

Fraccaro:mi sono sacrificato volentieri,Fico presidente autorevole
Bisognerà però vedere l'esito del confronto con gli altri leader della coalizione di centro-destra, ancora in essere anche se traballante.

Finale che si risolve al primo supplementare, Inter pericolosa dopo due giri di lancette, mentre al 5' arriva il gol decisivo. "Campioni alla Viareggio Cup". Presente al match anche Stefano Pioli, tecnico della Fiorentina. La grande occasione per il vantaggio viola è al 34′ con Gori che approfitta del buco di Rizzo e si presenta di fronte a Pissardo, ma il centravanti calcia fuori sull'uscita del portiere nerazzurro. A risultare decisivi sono stati i cambi operati da Vecchi nel corso della gara. A disp.: Pozzer, Bagheria, Rover, Van den Eynden, Danso, Visconti, Marzupio, Roric.

Emiliano Bigica non ha mai cambiato i suoi uomini dai quarti in poi e anche nell'ultimo atto si affida a loro: tra i pali Ghidotti; Mosti, Ceccacci, Pinto, Ranieri sulla linea difensiva; Lakti e Valencic in mediana, Diakhate; Maganjic e Sottil alle spalle Gori. A disp. Brancolini, Purro, Meli, Toure, Corigliano, Longo, Faye, Kasse, Marozzi, Simonti.

Comments