Due operai morti nello scoppio di un serbatoio

Adjust Comment Print

Treviglio. Due persone sono morte questa mattina a causa di una esplosione verificatasi in un'azienda di mangimi a Treviglio, nel Bergamasco. Ad esplodere è stata un'autoclave dove vengono effettuate operazioni di bollitura ed essiccazione di materiale organico destinato poi alla produzione di mangime per allevamento. In azione i vigili del fuoco dei distaccamenti di Treviglio e Dalmine, assieme anche ai carabinieri della stazione locale. Anche se al momento non si hanno notizie di dispersi il bilancio dell'incidente non è ancora definitivo e potrebbe peggiorare nelle prossime ore.

Un serbatoio usato per l'essicazione di farine alimentari è esploso in un'azienda di Treviglio provocando due morti. L'area è stata interdetta ai soccorritori, fatta eccezione per i vigili del fuoco, per l'elevata presenza di CO2.

Redditi annui in leggero aumento. Nelle Isole la media è 16.660 euro
Lo rileva il ministero dell'Economia, nel dossier che raccoglie le statistiche sulle dichiarazioni fiscali. Più del doppio dei lavoratori dipendenti che si fermano a 20.680 euro.

Via Calvenzano, la strada dove sorge l'azienda, è stata chiusa al traffico e le vetture deviate in un altro percorso. I Vigili del fuoco sono impegnati nel raffreddamento dell'impianto e dell'area interessata, in modo da poter poi operare in condizioni di sicurezza. La Ecb si occupa della lavorazione di sottoprodotti della macellazione avicola per la produzione di alimenti per animali da compagnia.

Comments