Flero, omicidio a Brescia: sparatoria in un capannone, caccia al killer

Adjust Comment Print

A quel punto, l'uomo armato ha scavalcato il cancello e, una volta all'interno, ha cominciato a sparare.

Pazzesca sequenza nel bresciano.

A Brescia un pregiudicato di 67 anni avrebbe fatto irruzione, questa mattina verso le 11, in un'azienda di Flero, sparando e uccidendo un lavoratore e ferendone un altro.

Secondo una prima ricostruzione, l'uomo ha sparato subito dopo essere entrato nell'azienda che si occupa di commercio di veicoli industriali.

Secondo i carabinieri, prima di premere il grilletto, il killer avrebbe urlato: "Mi hai rovinato". Poi ha rubato un'auto e si è spostato a Carpeneda di Vobarno, dove ha ucciso un altro imprenditore.

Migranti: Netanyahu fa retromarcia sull'accordo con l'Unhcr
Attualmente a Tel Aviv si trovano 16.250 rifugiati provenienti soprattutto dal Sudan e dell'Eritrea . Carlotta Sami ( Unhcr): "un equivoco l'accordo sul trasferimento di sudanesi ed eritrei in Europa ".

Lo scorso gennaio Balsamo aveva già dato segni di squilibrio quando successivamente alla sentenza che ha sancito la confisca della sua abitazione ha tentato il suicidio dal tetto del tribunale di Brescia. L'uomo era coinvolto in un'inchiesta sul traffico di mezzi pesanti. Da quanto si apprende il 67enne si è infine tolto la vita nel parcheggio del Family Market di Azzano Mella dopo un conflitto a fuoco con le forze dell'ordine. Il killer è poi scappato in auto e poco più tardi ha ucciso una seconda persona a Vobarno, sempre nel Bresciano.

Due imprenditori sono stati uccisi in provincia di Brescia dallo stesso killer poi braccato dalla polizia.

Ancora sconosciuto il nome della vittima. Si tratta di Giampietro Alberti, zio del titolare dell'azienda di Flero, la SGA.

Pelizzari era titolare della Pg metalli, azienda che si trova a pochi metri di distanza dal luogo in cui si è consumato l'omicidio e amico dell'imprenditore rimasto ferito.

Comments