Pizzarotti: "Di Maio e Salvini mi hanno chiesto di fare il Premier"

Adjust Comment Print

"Si, ho votato Pd, sono stato delle elezioni 'horror', terrificanti". Dopodiché l'ex premier è deciso a reagire con tutta l'energia necessaria: "Io mai con i Cinquestelle, piuttosto all'opposizione", va ripetendo.

"Il progetto di Bareggio nel Cuore è partito da tempo, col supporto di tanti amici che si sono ritrovati attorno alla mia persona", ci dice Ermes Garavaglia. "E proprio questo dettato normativo è la risultanza di un lungo periodo in cui la Lega è stata al governo del paese, ma mi pare che mai sia riuscita ad affrontare il fenomeno in maniera efficace, anzi ha emanato un provvedimento che è riuscito solo a peggiorare le cose". Boh, vai a sapere.

Questa proposta Di Maio l'ha proposta anche in una assemblea dei parlamentari pentastellati, che l'hanno accolta come l'unica possibile alternativa al ritorno alle urne. Non sa quello che si perde. "Ma se continua così mezza Fi viene con noi". Siamo sicuri che a quel punto le altre forze politiche, pur lontanissime e magari in ottica di altrettanto esiziale autoconservazione, non proporrebbero a Mattarella un nome esterno sul quale convergere? Ovvio che converrebbe affrontare una prova del genere mostrandosi compatti e disposti alla battaglia contro gli avversari. Di Maio ha parlato in Tv a "Di Martedi", spiegando il no aForza Italia con la ragione che il partito del Cav bloccherebbe ogni riforma del sistema. La distanza più siderale si crea toccando un nervo scoperto per il centrodestra, a partire dall'ala più vicina a Forza Italia:l'assetto di mercato.

Gattuso sgrida Bonucci: 'Non mi sono piaciute le sue parole. A Torino...'
Abbiamo rivisto le cose dello Stadium e abbiamo fatto errori perché tra di noi discutevamo, bisogna andarci sul pallone". Io ho un rapporto diretto coi miei ragazzi, sanno cosa voglio e cosa penso, non voglio vedere nessuno che si offende.

Del centrodestra. Salvini ha trattato con Di Maio e continuerà a farlo come rappresentante della coalizione.

Salvini esclude un divorzio con il leader di Forza Italia, non vuole e non può. Siete nati con la frase: tutti i partiti sono marci; siete finiti con la frase: vogliamo allearci con il Pd o con la Lega.

E lo stesso Pd rimarca subito la sua indisponibilità a formare un governo con Di Maio e con Salvini premier. Protagonista di questi battibecchi, anche quando non è di scena, Matteo Renzi che, dopo aver solennemente annunciato il proprio ritiro (provvisorio, per due anni) torna sul palcoscenico pressoché quotidianamente per guidare i "suoi" deputati e senatori alla resistenza antigrillina. L'ultima da Palazzo Grazioli è che Antonio Tajani, destinato al ruolo di vice-Silvio, non farà parte della delegazione al Quirinale. Forse - se saremo fortunati - già il pomeriggio.

Comments