Berlusconi: "Tocca a noi con Salvini"

Adjust Comment Print

Mattarella: "La prossima settimana nuove consultazioni" - "Nel corso della prossima settimana avvierò un nuovo ciclo di consultazioni per verificare se sia maturata la possibilità di formare un governo che oggi non è emersa". Via un veto, cadono tutti e potrebbe spuntare già al prossimo giro di colloqui un governo tra centrodestra, Cinquestelle col sostegno esterno (e tematico) del Pd. Matteo Salvini lancia la propostain vista del secondo round di consultazioni con il presidente della Repubblica. Capisco la sua reazione agli atteggiamenti e ai veti di Luigi Di Maio ma in questo modo, chiudendo in maniera così netta ai 5Stelle, rende tutto più complicato.

Il leader della Lega precisa quindi: "Continuerò ad incontrare tutti e ad ascoltare tutti". C'erano Luigi Di Maio e i capigruppo di Camera e Senato Giulia Grillo e Danilo Toninelli. Ovviamente partendo dal centrodestra che ha vinto le elezioni e ovviamente, numeri alla mano, coinvolgendo i 5 Stelle. "Non siamo disponibili - precisa il leader azzurro - a soluzioni di governo nelle quali prevalgano l'invidia e l'odio sociale, il pauperismo e il giustizialismo". "Punti programmatici come si fa in Germania" spiegano in ambienti M5s lasciando intendere che non si tratta di fare un elenco scarno di 10 o 20 punti ma di stilare un vero e proprio programma articolato - "in Germania sono migliaia di pagine, noi ne faremo di meno." viene sottolineato - nel quale scrivere che cosa si vuole fare e soprattutto come, con quali ricette.

Ausilio: "De Vrij? Fino al 20 maggio parlo solo dei nostri calciatori"
OBIETTIVO DE VRIJ - "Non posso confermare le parole di Igli Tare nonostante l'enorme stima che nutro nei suoi confronti. Milan-Inter è iniziata da qualche minuto, ma nel pre-partita c'è stato un caso davvero simpatico da segnalare.

Sul sito www.reuters.it altre notizie Reuters in italiano. "Ringrazio Salvini per aver accolto la mia idea", afferma la leader di Fratelli d'Italia Giorgia Meloni, che rivendica di averlo proposto per prima. "L'esito elettorale per noi negativo non ci consente di formulare ipotesi di governo che ci riguardino". "Stabilendo non solo temi, ma anche tempi e procedure".

GUERINI - "Ascolteremo il presidente Mattarella e vedremo se ci saranno indicazioni, non saremo insensibili al suo lavoro delicato" ha premesso il reggente a proposito delle consultazioni. Questo mentre i 5 Stelle devono incassare una porta chiusa dal Pd. Dai vertici M5s filtra un aut aut al segretario leghista: deve scegliere - è il senso - se stare dalla parte del cambiamento o con Berlusconi. Al Quirinale non si aspettano un mossa del genere. "Sarebbe trasformismo". Il che equivale a una chiusura. Per questo, all'interno della Lega, c'è chi ha sentito l'esigenza di rassicurare gli alleati, permettendosi contestualmente persino un rimbrotto nei confronti di Berlusconi.

Comments