Elicottero della Marina precipitato, è morto uno dei 5 militari dell'equipaggio

Adjust Comment Print

Un elicottero della Marina militare italiana impegnato nell'operazione "Mare sicuro" è caduto in mare, nel Mediterraneo centrale, durante un'esercitazione notturna con cinque persone a bordo.

Appena ammarato l'elicottero si è rovesciato su un fianco; i due piloti e due operatori della BMSM sono riusciti ad uscire dall'elicottero mentre il Capo di 1° Classe Andrea Fazio è stato recuperato ancora dentro l'abitacolo dagli operatori subacquei della nave Borsini prontamente accorsi.

Nel corso dell'operazione Mare Sicuro un elicottero della Marina militare è precipitato nel Mediterraneo. Quattro di loro sono in buone condizioni, mentre lo specialista di volo, C1^cl. Se la dinamica dell'incidente appare chiara, tutte da definire sono invece le cause, su cui sono in corso le indagini. Quattro sono stati salvati.

Fazio è morto a bordo della Nave Borsini. In corso gli accertamenti per stabilire i motivi dell'incidente. L'elicottero - spiega la Difesa - era imbarcato su nave Borsini.

Liberato in Serbia fotoreporter italiano, fine incubo
In questi giorni si erano moltiplicati gli appelli che chiedevano con forza alla Giustizia serba di rilasciare il 41enne. Donato , atteso dai familiari in Italia , è apparso in buone condizioni .

Il presidente ha infine rivolto un "pensiero affettuoso di pronta guarigione" agli altri militari rimasti feriti nell'incidente.

Il velivolo, dunque, potrebbe essersi inabissato anche e causa delle cattive condizioni meteo. Fra gli ambienti militari, il maresciallo Fazio era conosciuto per la sua solida preparazione professionale e una vasta esperienza sugli elicotteri della Marina.

Il ministro della Difesa Roberta Pinotti ha espresso le proprie condoglianze e quelle di tutto il personale della Difesa alla famiglia di Fazio. Nelle ore successive è emerso che uno di loro non ce l'aveva fatta ed è deceduto durante le operazioni di rianimazione. Sembrerebbe, infatti, che stiano bene.

Comments