Terremoto a L'Aquila: a 9 anni dalla tragedia ancora commozione e dolore

Adjust Comment Print

Lutto cittadino per l'intera giornata di oggi a L'Aquila, in occasione del nono anniversario del sisma che il 6 aprile 2009 ha raso al suolo il capoluogo abruzzese provocando la morte di 309 persone.

Queste celebrazioni sono momenti utili a ricordare il dolore e la tragedia che ci hanno investiti ma devono essere anche il terreno per una discussione più ampia sul futuro dell'Aquila e dell'intero Abruzzo. Un corteo, una fiaccolata curata dai Comitati dei familiari e dal Comune dell'Aquila e aperta da uno striscione dei familiari delle vittime che, dopo aver fatto sosta alla ex Casa dello Studente, si è diretta alla Villa Comunale.

Nove anni dopo sono arrivati i primi risarcimenti alle famiglie delle vittime. Nello studentato degli universitari della centrale via XX Settembre, demolito lo scorso luglio, morirono otto ragazzi. Quindi il Vescovo metropolita, Giuseppe Petrocchi, ha celebrato la messa nella Chiesa di Santa Maria del Suffragio. Il timore è che questa misura possa mettere in ginocchio il territorio colpito dal sisma del 6 aprile 2009. Con loro, il sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega alla ricostruzione Paola De Micheli, il capo della Protezione Civile, Angelo Borrelli, oltre al sindaco dell'Aquila, Pierluigi Biondi, e di Avezzano, Gabriele De Angelis. Ilpresidente del consiglio comunale, Roberto Tinari, ha reso notoche a breve nominerà una commissione, nella quale inserire ancheex sindaci, per ricostruire storicamente il terremoto. Che ha anche aggiunto: "Abbiamo aperto 14 mila cantieri, chiusi 12 mila, abbiamo investito 2 miliardi sulle opere pubbliche, quasi tutti i cantieri sono ormai avviati, abbiamo finalmente chiuso la partita delle scuole".

Musumeci denuncia: "Dipendenti regionali adottati per avere 104"
Il governatore ha fatto quindi un cenno "sulla difficoltà che stiamo avendo a trovare tecnici e altre professionalità" all'interno dei 13 mila dipendenti della Regione .

Oggi, è stato sottolineato da alcuni familiari, "è il giorno del silenzio e del ricordo, non è il momento di parlare di ricostruzione e di passerelle".

Tra le iniziative commemorative (qui l'elenco completo) si segnala il "Concerto in memoria dei 309 angeli", a cura dell'Assessorato alla Cultura, che si terrà sabato 7 aprile all'Auditorium del Parco. Le agevolazioni fiscali, infatti, non implicherebbero dunque nessuna "alterazione della concorrenza", ma solo "un risarcimento rispetto a un danno subìto, esso sì in grado di falsare e minacciare il mercato concorrenziale".

Comments