Governo, Berlusoni-Salvini-Meloni: "Premier sia espressione partiti centrodestra"

Adjust Comment Print

"Se ci saranno i numeri per governare saro' orgoglioso di farlo, altrimenti meglio tornare ad ascoltare gli italiani". "Fa fede quello che c'è scritto nel nostro comunicato, le questioni sui singoli numeri non si possono fare in tv". L'incontro dovrebbe tenersi nella residenza brianzola di Berlusconi.

Le parole Di Maio, oggi impegnato in iniziative elettorali in valle d'Aosta per le prossime elezioni regionali, sono la risposta alle dichiarazioni rilasciate da Matteo Salvini al Corriere della Sera. "Da noi la grande ammucchiata non avrà un solo voto".

Così in una nota al termine del vertice ad Arcore a cui hanno partecipato, oltre al padrone di casa Silvio Berlusconi, anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni "per concordato la linea comune da sottoporre all'attenzione del Presidente della Repubblica Sergio Mattarella in merito alla formazione del prossimo governo". I tre leader in una nota "rivendicano la necessità che dopo anni di governi nati da giochi di palazzo, il prossimo esecutivo sia rispettoso della volontà espressa dai cittadini nelle elezioni dello scorso quattro marzo".

Inter, Spalletti fiducioso: "Squadra cresciuta mentalmente"
Non so a che percentuale siamo, ma siamo una squadra totale anche nel modo di fare e nelle potenzialità he mostriamo in partita. Torino (3-4-2-1): Sirigu; Burdisso , N'Kolou, Moretti; De Silvestri , Obi, Baselli, Ansaldi; Ljajic , Iago Falque; Belotti .

Ma spunta l'ipotesi di un premier 'terzo'. E poi sul futuro premier: "Su un eventuale nome per la premiership credo sia giusto che tutti i protagonisti comincino a ragionarci". Salvini invece ribadisce di non essere disponibile a ricevere un incarico senza essere certo di avere prima una maggioranza chiara in Parlamento. Lo scrive su facebook Luigi Di Maio, che ha incontrando Davide Casaleggio e Beppe Grillo, vicino a Ivrea nella villa del cofondatore del M5s Gianroberto Casaleggio.

Berlusconi tende a escludere intese con il M5s, mentre per Salvini è l'unica via d'uscita. "Un governo di coalizione centrodestra-M5S che dura cinque anni non è facile, è abbastanza lontano". "Per noi questo film non esiste".

Matteo Salvini commentando il duetto tra il reggente del Pd, Maurizio Martina, e il capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, commenta: "Sto facendo e farò tutto il possibile per cambiare questo Paese - precisa poi - con coerenza, serietà e onestà, ascoltando tutti". "Una cosa è certa - afferma quindi - o nasce un governo serio, per ridare lavoro, sicurezza e speranza all'italia, oppure si tornerà a votare". In un vertice tenuto quest'oggi ad Arcore, i tre leader, Salvini, Berlusconi e Meloni, avrebbero trovato un accordo per chiedere al Colle l'incarico di governo. La "formula" dunque può essere quella di "un contratto alla tedesca, ci mettiamo attorno a un tavolo e decidiamo i provvedimenti da fare".

Comments