Consultazioni, Mattarella: "Confronto non ha fatto progressi"

Adjust Comment Print

Intanto il Pd, finora intenzionato a restare all'opposizione, ha detto al presidente Mattarella che è disponibile a partecipare a colloqui nel momento in cui ci sarà almeno un pre-incarico.

Uscendo da quello che è stato anche il suo studio negli anni trascorsi al Quirinale da Presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano ha rilasciato alcune concise dichiarazioni alla stampa presente nei corridoi del Palazzo: "Come rappresentante istituzionale parlo per me, ma sono convinto di esprimere un sentimento comune, siamo tutti accanto a Mattarella nella ricerca di soluzioni, un compito estremamente complesso e che presenta allo stesso tempo una innegabile urgenza. Ho apprezzato l'apertura di notevoli esponenti del Partito democratico, che però è fermo su posizioni che non aiutano". La delegazione del Centrodestra composta dalla Lega, Forza Italia e Lega, evidentemente non viene considerata dal Capo dello Stato come prima forza, in quanto ha meno consistenza come gruppo parlamentare.

Niente urne, dunque. Mentre tra le chance estreme in mano al capo dello Stato c'è quella di un governo "di traghettamento". Nel caso in cui la situazione in Medioriente dovesse precipitare, l'Italia non può farsi trovare senza governo ha fatto capire il Colle. Finito il colloquio con Mattarella, è Berlusconi a introdurre l'intervento di Matteo Salvini. Perché "emerge con evidenza che il confronto tra i partiti non ha fatto progressi".

In nessun caso sembra che Mattarella voglia aspettare l'esito delle elezioni regionali che si terranno nella seconda metà di aprile in Molise e in Friuli, dove sia Lega sia M5S potrebbero ottenere una conferma del loro consenso per rinsaldare le proprie posizioni, a svantaggio di compromessi reciproci.

Salisburgo-Lazio: Diretta Live e Risultato in Tempo Reale
Ci sono però numerosi portali che offrono la possibilità di vedere le partite di calcio in streaming live e in qualità HD. Un minuto e ci prova Caleta Car di testa, che salta più in alto di tutti, ma che non inquadra lo specchio.

Sulle consultazioni ha detto la sua anche Matteo Salvini, senza risparmiarsi un commento sulla battuta di Berlusconi: "La Battuta di ieri di Berlusconi?".

Ma non finisce qui. Ma quelli dei due rancorosi nazareni: Berlusconi e Renzi. "Mi raccomando.fate i bravi e sappiate distinguere i veri democratici da chi non conosce l'abc della democrazia...", dice poi ai giornalisti. Il gesto del Cav è inequivocabile: una scure sull'ipotesi governissimo, un calcio al pallone Lega-M5S che salva la porta di Forza Italia. E Silvio Berlusconi conferma che la coalizione "è solidissima, è compattissima".

Il centrodestra propone di "formare un governo che sulle cose concrete da fare, non certo sui veti, sui tatticismi, sull'arroganza dei singoli, si formi con una maggioranza stabile".

Poi c'è l'ipotesi di un incarico "più politico", per così dire, che andrebbe a rintracciare il nome di Giancarlo Giorgetti che sembrava a un passo dalla guida della commissione speciale di Montecitorio e invece significativamente è stato "conservato" da Salvini come pivot delle trattative del Carroccio.

Comments