Cagliari-Udinese 2-1, i sardi vincono in rimonta con Pavoletti e Ceppitelli

Adjust Comment Print

Venivamo da una sconfitta che ha fatto male. Eppure i bianconeri erano passati in vantaggio con Lasagna, poi il pareggio di Pavoletti.

Missione compiuta. Dopo tre sconfitte consecutive il Cagliari torna alla vittoria piegando per 2-1 l'Udinese alla Sardegna Arena. E ora dopo l'arrivo del nuovo ds la vittoria puntella la panchina di Lopez. Le azioni da gol, però, non sono certo fioccate e per sbloccare la gara sarebbe servito un episodio che è arrivato nel finale.

La paura più grande è che l'infortunio di Lasagna possa essere una ricaduta di quello avuto a febbraio al retto femorale, che lo aveva costretto a rimanere fuori per cinque partite. Un allenatore non può che provare a spronare i suoi calciatori in circostanze del genere, ma poi vedo una certa reazione in allenamento e un altro tipo ti approccio quando scendiamo in campo: siamo impauriti, perché se concedi due palle goal in tre minuti dimostri solo questo.

Pirlo, mio addio sarà una festa
Ovviamente Andrea Pirlo non ha deluso le attese, a differenza invece della spara-palloni che utilizzava Cattelan. Per l'ex campione del mondo, il rigore assegnato per un fallo di Benatia su Vazquez si poteva dare.

Cagliari (3-5-2): Cragno; Pisacane, Ceppitelli, Castan; Faragò, Barella, Cigarini (dal 74′ Cossu), Padoin, Miangue (dal 67′ Ionita); Sau, Pavoletti (dall'87' Ceter). A disp. A disp. Rafael, Crosta, Andreolli, Giannetti, Lykogiannis, Han, Caligara, Romagna.

UDINESE (3-5-2): Bizzarri - Nuytinck, Danilo, Samir - Stryger Larsen, Barák, Fofana, Balić (74′ Hallfreðsson), Adnan - López (67′ De Paul), Lasagna (58′ Jankto). (22 Scuffet, 25 Borsellini, 97 Pezzella, 11 Zampano, 13 Ingelsson, 27 Widmer, 18 Perica) All.

Ammoniti: Cigarini (C), Danilo (U), Barella (C), Fofana (U), Hallfredsson (U). Angoli: 7-3 per il Cagliari.

Comments