Milano, trovati resti umani in ex deposito vicino alla stazione Centrale

Adjust Comment Print

Uno scheletro è stato trovato all'interno di un ex deposito ferroviario di Milano, tra viale Lunigiana e via Sammartini. A fare la scoperta, intorno alle 7 di mattina del 17 aprile, è stata una clochard che ha immediatamente dato l'allarme. Poi il nulla. Il luogo dove è stato trovato è abitualmente frequentato da senza tetto: non è da escludere che i resti fossero già stati visti in questi anni da altre persone che però, per non volersi esporre con le forze dell'ordine, hanno preferito non denunciare. La carta d'identità appartiene a Umberto Barresi, nato il 10 ottobre 1943, residente ad Aidone, in provincia di Enna, scomparso a Milano il 15 giugno 1991. Ma non può esserci alcuna certezza del fatto che i resti appartengano a lui: per averne certezza occorreranno le analisi delle ossa.

Il mistero s'infittisce, perché gli agenti hanno individuato nelle vicinanze il documento di un uomo di cui non si hanno più notizie dal 1991, la cui vicenda è stata seguita dalla trasmissione televisiva Chi l'ha visto? in una puntata del 2009. Le ossa, stando alle notizie offerte, erano in un vano nel quale passano vecchi tubi per il riscaldamento della Stazione Centrale.

Aggrediscono uno steward a San Siro: arrestati tre ultrà del Napoli
Tre ultras partenopei sono stati arrestati oggi allo stadio San Siro prima della partita di serie A tra il Milan e il Napoli . Soliti beceri cori contro i napoletani anche quest'oggi allo stadio Meazza di San Siro .

Dai primi accertamenti del medico legale non risultano segni di violenza e secondo gli investigatori della squadra mobile, è possibile che si tratti di una morte naturale. Lo scheletro aveva attorno a sè una quantità di bottiglie, una coperta, ma anche una patina nera che sembra fuliggine oppure un mix tra smog, muffa e umidità, sintomi dell'estrema povertà in cui era vissuto l'uomo.

Comments