Facebook: riconoscimento facciale sarà facoltativo

Adjust Comment Print

Gli aggiornamenti saranno quindi applicati qui e poi estesi al resto del mondo.

Facebook ha annunciato poiché disabiliterà anche "il riconoscimento facciale per chiunque abbia meno di 18 anni". Proprio per obbedire alle nuove regole, i vertici di Facebook fanno sapere che sono state inserite delle protezioni speciali per i ragazzi. Non servirà molto se non i propri tratti somatici riconosciuti proprio dall'applicazione all'interno del telefono.

I ragazzi tra i 13 e i 15 anni dovranno ottenere il permesso dei genitori per accedere a tutti i contenuti pubblicitari del social network, il riconoscimento facciale "sarà facoltativo". La prima novità riguarda il riconoscimento facciale che potrà essere attivato a scelta dall'utente.

Sembra che i problemi per Facebook non siano finiti. Proprio in questi giorni negli Stati Uniti un giudice federale ha dato il via libera ad una class action per il riconoscimento facciale riconoscendo l'uso illegale del sistema nelle foto, senza il permesso degli utenti. "Questo avverrà in Europa a partire da questa settimana".

Lazio più forte di tutto: rimonta vincente con la Fiorentina
Al 39' Luis Alberto accorcia le distanze, con un gol (simile al primo di Veretout ) magistrale su calcio piazzato. Immobile proverà a stringere i denti e giocare dal primo minuto, dietro di lui ci sarà Luis Alberto .

La società riferisce di aver riunito "centinaia di dipendenti dei team di prodotto, ingegneri, legali, persone dei team di policy, design e ricerca", inoltre essa avrebbe cercato e avuto "il contributo di persone esterne a Facebook con diverse prospettive sulla privacy, tra cui utenti, regolatori e funzionari governativi, esperti di privacy e designer". Oltre a ridurre drasticamente il numero di persone che possono denunciare Facebook a un tribunale, ci sono altri vantaggi per il social network: la cronologia della navigazione sul web, per esempio, è considerata dalla legge europea un'informazione personale; mentre non è considerata tale da quella statunitense, rendendo più facile continuare a raccogliere questo tipo di dati.

Nel tentativo di regolamentare in maniera precisa e minuziosa la gestione dei dati da parte delle grandi e delle piccole compagnie, l'Unione Europea ha stilato un nuovo regolamento che entrerà in vigore il 25 Maggio 2018 chiamato GDRP (General Data Protection Regulation).

In seguito, le stesse opzioni verranno visualizzate per gli utenti di Facebook in tutto il mondo. In particolare, si avrà bisogno del consenso per vedere inserzioni sulla base dei dati dei partner pubblicitari e per includere nel profilo le opinioni religiose e politiche. In un comunicato stampa, l'azienda ha affermato che tutti, indipendentemente da dove vivono, saranno invitati a rivedere le informazioni sul modo in cui Facebook usa i loro dati. Non ci sono modifiche di sostanza e Facebook non chiederà un nuovo consenso per il trattamento dei dati ma proporrà in maniera più semplice ed esaustiva le sue policy a tutti gli iscritti.

Comments