Governo, Di Maio: "Nulla è perduto, ma ci sono dei limiti".

Adjust Comment Print

"Sono certa che Mattarella saprà individuare il percorso migliore da intraprendere" ha detto Casellati che ha aggiunto di aver svolto il suo "incarico con dedizione cercando di favorire un confronto costruttivo per verificare la possibilità di una maggioranza parlamentare nel perimetro e nei limiti indicati dal presidente Mattarella".

L'attesa sale e più tardi a Palazzo Giustiniani arriva Luigi Di Maio. "Perché? Perché se poi sento che mi si chiede di sedermi al tavolo con tre forze politiche, con Salvini, Meloni e Berlusconi, per concordare un programma di governo che deve ispirare un esecutivo in cui ci sono figure politiche che vengono dalla coalizione di centrodestra, capite che per noi è molto difficile digerire questo scenario", sottolinea. Il fallimento della giornata che si annunciava in modo più roseo lo disturba: "Ho fondati motivi per ritenere che i 5 Stelle sarebbero stati disponibili a ragionare con tutto il centrodestra sui temi del programma".

"Io ho detto chiaramente che c'era la disponibilità a firmare un contratto di governo con Matteo Salvini" ha ripetuto Di Maio dopo aver incontrato Casellati. "A cui ho detto che saremmo anche disposti ad accettare l'idea del sostegno di Forza Italia a quel governo", afferma Di Maio.

Da parte di Salvini la reazione è netta. Io ci proverò fino alla fine e se serve mi metto in campo direttamente io. "Preincarico? Non ho più tempo da perdere", ribadisce Salvini.

Buffon, da Materazzi dichiarazioni pesanti sul post Real
Uno si deve trovare in quei momenti, non si può cosa avresti fatto o meno. "Sono momenti, dunque rispetto ciò che ha fatto Gigi ". Nessun consiglio, posso solo augurargli di alzare qualche trofeo, uno che ha fatto più di 100 gol in poco tempo va solo elogiato.

"Ringrazio tutti i leader per avere avviato una discussione che pur nella diversità di opinioni ha consentito di evidenziare spunti di riflessione politica. Vedo se riesco ad inventarmi qualcosa di più rispetto a ciò che già come Lega abbiamo ipotizzato per fare partire un governo". "E se non ce la facciamo - dice lanciando un avvertimento diretto soprattutto a Berlusconi - si va alle urne".

Fonti autorevoli del M5S raccontano all'Adnkronos che stamani, dopo i contatti tra Lega e Movimento, sembrava essersi aperto il varco per un governo insieme. Proprio mentre questa voce si diffondeva, e l'euforia grillina cresceva di pari passo, Salvini stava annunciando a Berlusconi l'esatto contrario: "Ci sono grandi novità per te, ho sentito Di Maio, finalmente accettano di far cadere i veti nei tuoi confronti, Forza Italia potrà sedere al tavolo programmatico".

Gli elettori Pd non vogliono l'immobilismo - M5s e Lega, preferiti nei sondaggi, sono anche investiti dagli elettori della responsabilità di formare un governo. "Noi - ha detto Toninelli - parliamo solo della Lega perché il presidente Mattarella ha dato alla Casellati un mandato specifico ma noi non è che non stiamo parlando al Pd al quale rinnoviamo la proposta di sedersi a un tavolo e scrivere un contratto di governo". È evidente che Di Maio ha sdoganato Forza Italia purché la trattativa sia in forma indiretta attraverso Salvini.

Comments