Torino: registrato figlio di due donne

Adjust Comment Print

"Si e' scritta una pagina importante della nostra Storia".

Niccolò Pietro è nato dalla procreazione assistita ed ha due mamme, Chiara Foglietta, consigliere comunale, e Micaela Ghisleni. Sono davvero grato alla sindaca per questa decisa e coraggiosa presa di posizione, al lavoro incomparabile dell'assessora Pisano (con delega all'Anagrafe, ndr) e alla perfetta azione degli uffici che ci hanno permesso di registrare i figli e le figlie di tre coppie omogenitoriali. "Stiamo coordinando una serie di soggetti per riuscire a confrontarci quasi settimanalmente sulla situazione e capire come affrontarla - ha detto Patti nell'ultimo Consiglio comunale - al momento la situazione è fluida, ci sono casistiche diverse e siamo in una fase di controllo e gestione delle diverse situazioni". Nel silenzio della politica, la magistratura, rileggendo le norme di diritto interno alla luce di principi di diritto internazionale (l'Unione Europea c'entra poco o nulla), si è fatta carico negli ultimi anni, di trovare soluzioni che tutelassero i figli delle coppie arcobaleno evitando di discriminarli. "Tre le coppie che hanno ricevuto il riconoscimento". Dello stesso avviso anche il Comitato Torino Pride che senza mezzi termini ha annunciato: "Oggi a Torino abbiamo fatto la Storia!".

Cairo sulla lotta Scudetto: "Juve ancora avanti. Col Napoli onoreremo il campionato"
Abbiamo una squadra importante ma ci e' mancato Belotti che, per colpa dei due infortuni subiti, ha perso 3 mesi di campionato. La Juve ha ancora un punto sul Napoli che cercherà di difendere in ogni modo.

E se Torino è la prima città italiana a consentire alle unioni omosex il riconoscimento dello status di genitore a entrambi i componenti della coppia, ricevendo una sorta di condivisione dal presidente dell'Anci Antonio Decaro, sindaco Pd di Bari, la "forzatura" è stata oggetto di aspre critiche. Ovviamente si tratta di un falso in atto pubblico perché qualsiasi essere umano ha una sola madre e un solo padre. "Speriamo", ha aggiunto, "che si colmi la lacuna: siamo uno dei pochi paesi in Europa rimasta senza la previsione leglislativa della piena tutela dei bambini delle famiglie omogenitoriali". E la legge va rispettata, anche se si appartiene al partito di Grillo e Casaleggio. La prima coppia è composta da due uomini, la seconda da due donne. "Dire una cosa diversa è un atto di fanatismo ideologico".

Comments