Grave bimbo di quattro anni: è al Policlinico in terapia Intensiva

Adjust Comment Print

È stata la madre del bambino a chiamare i soccorsi. Ed è partita la corsa disperata all'ospedale.

Il piccolo si era sentito male lunedì, quando si trovava insieme ai genitori in un parco a Carpi, dove viveva la famiglia. "I medici e il personale infermieristico del Policlinico di Modena e dell'Ospedale di Carpi, molto scossi per l'accaduto, sono vicini al dolore della famiglia", concludono ospedale e Ausl modenese. Portato con urgenza all'ospedale di Carpi, successivamente èstato trasportato all'ospedale Policlinico del capoluogo, dove èarrivato in stato di 'asistolia'. Sono ancora da chiarire le cause di quello che è successo: la prima ipotesi era di un soffocamento per aver ingerito un giocattolo.

Salah Abdeslam processato in Belgio, attesa per la sentenza
Nel caso, anche se non dipende dalla nostra volontà, ce ne scusiamo con i lettori. Un sospetto terrorista rimase ucciso , diversi poliziotti feriti.

Il piccolo era stato portato in auto dalla madre al pronto soccorso di Carpi alle 17.15 del 23 aprile 2018 in stato di arresto cardiorespiratorio. La madre lo ha notato dopo pochi minuti e lo ha tolto. La certezza è che finora il bimbo non ha mai avuto precedenti cardiologici o patologie sistemiche che possano spiegare l'accaduto. Quando giunto al pronto soccorso sono iniziate immediatamente le manovre di rianimazione previste, quindi massaggio cardiaco esterno, farmaci endovenosi, intubazione orotracheale precoce, con attivazione immediata del rianimatore, del pediatra e del cardiologo. Il bambino era stato quindi trasferito nella Terapia intensiva del Policlinico. Nelle prossime ore sarà possibile stabilire con esattezza se è vero che l'eventuale soffocamento abbia relazione con l'arresto cardiaco.

Comments