Progettava un attentato, arrestato migrante

Adjust Comment Print

A quanto si è appreso dalle indagini coordinate dalla Procura sarebbe emerso il progetto di un attentato. Il ragazzo infatti avrebbe avviato le procedure per la richiesta d'asilo che tuttavia non sarebbe ancora stata concessa.

Un migrante di 22 anni originario del Gambia è stato arrestato a Napoli. Era ospite di un centro di accoglienza per migranti di Pozzuoli da circa un anno, titolare di un foglio di soggiorno provvisorio in attesa di definizione di un procedimento dopo la richiesta di protezione internazionale.

Bullismo a Lecce, 17enne picchiato e umiliato davanti ai compagni
Il video è stato mandato alla madre da un compagno di classe, nel tentativo di aiutare l'amico avvertendo i genitori. Ha aggiunto che "non è ancora chiaro quanti partecipassero alle vessazioni".

In una chat sul social Telegram, l'uomo sosteneva di essere in missione e pertanto chiedeva di pregare per lui. Il capo della polizia, Franco Gabrielli, ha spiegato come non sia stato "sventato un attentato terroristico". Al vaglio degli inquirenti c'è anche un video che lo riguarda, dove il giovane giura fedeltà al califfo Al Baghdadi. Touray è stato catturato venerdì scorso, giorno della preghiera islamica, all'uscita della moschea di Licola, in provincia di Napoli. È stato individuato un soggetto che aveva fatto giuramento di fedeltà al califfato, ma non possiamo sapere se avrebbe dato un seguito alle sue intenzioni. Segnalazioni su possibili attacchi arrivano in continuazione e vengono esaminate dal Comitato di analisi strategica antiterrorismo (Casa). Non è certo, però, se il 21enne volesse compiere o meno degli atti terroristici. Si tratta di giovani disadattati, di recente radicalizzazione, che passano all'azione stimolati dai continui appelli al jihadismo che circolano in rete.

Il Gambia è uno Stato dell'Africa occidentale, uno dei più piccoli.

Comments