Coree: "L'armistizio diventerà un trattato di pace nel 2018"

Adjust Comment Print

Non a caso, oltre che sulla pace, nel suo discorso Kim ha posto l'accento sulla "prosperità".

"I cattolici in Corea - conclude il Vescovo - hanno vissuto questo evento nella preghiera e continueranno ad accompagnare con la preghiera la strada del dialogo e della pace, promuovendo iniziative di scambio e cooperazione con il Nord, per contribuire a creare autentica riconciliazione e fraternità".

Il presidente Usa Donald Trump, che inserito nel processo di distensione e tra fine maggio e inizio giugno dovrebbe vedere Kim in un vertice probabilmente più importante, ha parlato via Twitter di un fatto "storico" e ha scritto trionfante che "la guerra in Corea sta per terminare".

Torino-Lazio 0-1: Milinkovic-Savic avvicina i biancocelesti alla Champions League
Lazio (3-5-1-1): Strakosha; Luiz Felipe, de Vrij, Radu (46′ Cáceres); Marušić, Murgia , Lucas Leiva , S. Attenzione anche a Radu , che rischia lo stiramento, lo staff medico lo monitorerà quotidianamente.

"È nostro compito storico e urgente porre fine a questo stato anormale di cessate il fuoco e stabilire un regime di pace". Kim ha poi varcato la linea di demarcazione militare, diventando il primo leader nordcoreano a entrare in territorio sudcoreano dal 1953, quando proprio a Panmunjom venne firmato l'armistizio che ha posto fine alle ostilità della guerra di Corea. Parti che corrispondevano a due diverse aeree di influenza politica: nell'area settentrionale c'era un governo comunista filosovietico con capitale a Pyongyang e presieduto da Kim Il-sung; in quella meridionale un governo nazionalista filostatunitense con capitale a Seul e presieduto da Syngman Rhee.

Storico incontro fra i leader delle due coree, Kim Jong-un per la Corea del Nord e Moon Jae-in presidente della Corea del Sud. Lo dichiarazione congiunta firmata dai due leader, tuttavia, non precisa il periodo limitandosi a ricordare che tra i due ci saranno, su base regolare, incontri e telefonate dopo la recentissima apertura di una linea rossa. Ri Sol Ju, moglie di Kim, e Kim Jung-sook, moglie di Moon, hanno attraversato il confine insieme per partecipare al rinfresco organizzato alla Peace House.

Per Moon il "peso sulle nostre spalle è pesante", ma ritiene che l'incontro odierno sia un "regalo al mondo". Lo prevede la dichiarazione congiunta firmata dai leader Moon Jae-in e Kim Jong-un. Nessuno dei vertici tra Nord e Sud (del 2000 e 2007) è stato in grado di frenare la corsa agli armamenti del Regno Eremita - l'ultima grande beffa risale al 2012, quando la moratoria sui test missilistici, raggiunta nell'ambito del cosiddetto "Leap Day deal", si è conclusa con il lancio di "un satellite" appena sei settimane dopo. Il messaggio lasciato da Kim Jong-un sul libro degli ospiti nella Casa della Pace, sul lato sud della zona demilitarizzata, riassume al meglio lo spirito con cui venerdì si è svolto lo storico vertice intercoreano. Alla domanda di un cronista se il governo di Tokyo sarà informato sui dettagli da Seul, Suga ha risposto che le due diplomazie coordineranno congiuntamente gli sviluppi. In passo degli accordi simili sono crollati a seguito di ispezioni, test di armi e controversie in merito agli aiuti economici. A guidare l'esercito Usa il generale Douglas MacArthur, che riuscì a respingere l'invasione proseguendo l'avanzata fino alla Corea del Nord. Passarono i mesi e il conflitto si trasformò in una guerra di posizione che si protrasse a lungo, sfinendo gli eserciti e le risorse dei Paesi coinvolti. Il Consiglio di sicurezza dell'Onu permise agli Stati Uniti (affiancati da altri 17 Paesi) di intervenire militarmente nella penisola per impedire la vittoria delle forze comuniste.

Comments