Israele accusa l'Iran: vuole avere 5 bombe atomiche come quelle di Hiroshima

Adjust Comment Print

Parlando da un palco, Netanyahu ha mostrato "55mila documenti e altri 55mila file su cd, copia esatta degli originali provenienti dagli archivi segreti del programma nucleare iraniano", di cui il governo israeliano è entrato in possesso alcune settimane fa. Nel corso della conferenza stampa seguita all'incontro con il ministro degli Esteri saudita Adel al-Jubeir, Pompeo ha accusato l'Iran di fornire armi alle milizie degli Houthi nello Yemen e di intervenire negli affari siriani e iracheni per minacciare la sicurezza e stabilità dell'intera regione.

Il premier israeliano ha aggiunto che il Paese guidato da Hassan Rohani "nasconde da anni alla comunità internazionale".

"Sono sicuro che Donald Trump farà la cosa giusta" quando deciderà se gli Usa dovranno o meno restare nell'accordo sul nucleare dell'Iran.

"Le relazioni fra Stati Uniti ed Israele sono più forti che mai". "Mostrerò stasera i dossier nucleari segreti dell'Iran".

Violenta scossa di terremoto all'alba
Secondo le prime informazioni, al momento, non sono comunque arrivate richieste di soccorso ai vigili del fuoco . Alle ore 13:10 una scossa ha avuto epicentro Santo Stefano in Aspromonte (RC) con magnitudo 2.0.

L'accordo nucleare stipulato dall'Iran con le potenze occidentali "è basato sulla menzogna". La denuncia è del premier israeliano Benjamin Netanyahu, il quale sostiene di avere le prove del fatto che Teheran ha "un programma atomico segreto". Contrario è anche Netanyahu, secondo il quale l'accordo non impedisce a Teheran di dotarsi di armi nucleari e l'alleggerimento delle sanzioni ha aumentato la capacità di Teheran di finanziare militanti in Medioriente.

Teheran, secondo lui, ha continuato a estendere le sue conoscenze in materia e punta ad attrezzarsi con almeno cinque bombe simili a quelle usate su Hiroshima, dispone inoltre già ora di missili capaci di colpire a migliaia di chilometri.

L'Iran, dice in sostanza Israele, avrebbe continuato, con lo stesso personale e sotto lo stesso direttore, il suo programma segreto per cercare di produrre armi nucleari, anche dopo l'accordo del 2015. "L'Iran ha mentito ancora - ha affermato - nel 2015 alla Agenzia internazionale per l'energia atomica". Questi ha proseguito sottolineando come sia "evidente" che "alcuni aspetti" del Jcpoa "possono essere migliorati". Ieri comunque il capo del governo di Israele ha avuto un lungo colloquio telefonico con la Casa Bianca.

Comments