Usa-Ue, Trump prende tempo sui dazi: decisione slitta al primo giugno

Adjust Comment Print

Secondo un recente report dell'ufficio studi di Confindustria, l'Italia "è relativamente poco esposta ai nuovi dazi Usa". Oggi sarebbero dovute entrare in vigore tariffe del 25% sull'acciaio e del 10% sull'alluminio importati negli Stati Uniti. Ma chi sono i "veri amici"? "No, non è la più grave crisi commerciale dal dopoguerra - risponde Carlo Altomonte, professore di Economia dell'integrazione europea all'Università Bocconi -". Se ne dovesse avviare una anche con la Ue, a chi venderebbe i propri prodotti?

L'Europa ha comunque minacciato delle ritorsioni, come annunciato dal comunicato congiunto firmato da Merkel, May e Macron.

Israele accusa l'Iran: vuole avere 5 bombe atomiche come quelle di Hiroshima
Questi ha proseguito sottolineando come sia "evidente" che "alcuni aspetti" del Jcpoa "possono essere migliorati". Ieri comunque il capo del governo di Israele ha avuto un lungo colloquio telefonico con la Casa Bianca .

Nell' epoca degli accordi bilaterali basta che una delle parti non sia d' accordo per trovarsi di fronte all' imposizione di dazi. Nel Def, presentato giovedì scorso a Palazzo Chigi e che contiene una simulazione degli impatti sull'economia italiana, si legge che "l'impatto macroeconomico per l'economia italiana di questo shock protezionistico prevede che nel 2018 il Pil registrerebbe una diminuzione dello 0,3% rispetto allo scenario di base e dello 0,7% nel 2019". La posizione di fermezza della negoziatrice comunitaria Cecile Malmstrom e del presidente della Commissione Tajani alla fine hanno avuto ragione contro quella che sembrava fino all'ultimo momento una decisione non negoziabile. "Mi auguro che Trump faccia marcia indietro". Invece, Trump ha tenuto un un discorso a 500 miglia di distanza da Washington, Michigan, dove ha preso ancora una volta mira alla stampa. Il deficit commerciale degli Stati Uniti con l'Ue è balzato dai 17 miliardi di dollari del 1997 ai 151,4 miliardi del 2017. Bene, nel frattempo, ci vogliono dire cosa pensano dei dazi di Trump e della risposta dei leader europei? E così è stato: l'Ue ha altri 30 giorni. Trump ha dichiarato guerra commerciale alla Cina, certo; ma anche all'Unione europea, senza molto distinguere tra i due e allargando l'Atlantico che invece dovremmo restringere per costruire un'alleanza delle grandi democrazia fondate sulla libertà degli individui e lo stato di diritto. È dal loro punto di vista il modo più efficace per impedire al paese di sviluppare armi nucleari. Serve sempre la maggioranza qualificata del Consiglio Ue. Ma tutto sarà fatto.

"Siamo pazienti, ma allo stesso tempo pronti". Prima che Trump punti al bersaglio grosso: imporre dazi all'import di auto tedesche.

Comments