Milan, Gattuso: "Dobbiamo cambiare mentalità. Bonaventura? vuole rinnovare"

Adjust Comment Print

"Guai a ripetere gli errori commessi". Si tratta di una sfida molto importante in chiave Europa League e salvezza.

Le riserve del Milan non sono all'altezza dei titolari: Gattuso lo ha detto chiaramente nella conferenza stampa pre-Verona di oggi e un po' lo si era evinto anche dalle scelte effettuate dal tecnico rossonero dal momento del suo insediamento. Se sbagliamo poi diventa difficile, priorità a domani ma poi avremo 4 giorni per prepararla. "Ho visto bene la squadra, più brillante, più libera". Vivrò bene questa settimana. Nel calcio c'è gente brava e meno brava, poi ci sono gli atleti, i professionisti e i campioni che sanno come vivere questo mondo. "Non dimentichiamoci di quelle tre 'pappine'". VAR in Europa? Credo che sia qualcosa che funziona, non vedo perché non proporla anche in competizioni dove le squadre si giocano anche tanti soldi. Non ha mai detto di voler andare via. Abbiamo sempre sofferto il Verona, la storia dice questo.

ROMAGNOLI - "Ha fatto tutto con i compagni, può essere della gara, ma aspetto domani prima di prendere una decisione definitiva". Infine sul prossimo mercato: "Ho sempre detto che per migliorare questa squadra servano tre o quattro giocatori".

Nuovo Governo: Di Maio pensa al voto subito
Ai posteri (e al Colle) l'ardua sentenza, con lo stallo che ormai pesa molto più che le divisioni e i veti delle varie forze politiche.

Si giocano entrambe tanto, ma solo per una squadra è davvero l'ultima spiaggia. "Vorrebbe giocare sempre ma ancora è lontano dalla migliore condizione". Quando ha lavorato in questi mesi si è vista passione e impegno. E ci ha pensato il tecnico milanista. Jack? Voi scrivete che lo vogliono tutti, a me risulta che stiano parlando di rinnovo. "Con lui ho comunque un bel rapporto".

LE CONDIZIONI DI LUCAS BIGLIA - "Lui è un pazzo scatenato, vuole lavorare sempre e stare sempre con noi". Su di lui ne ho sentite di cotte e di crude, così come su Calhanoglu, ma la sua mentalità è da campione e per me è un giocatore fondamentale. Quando si perde la responsabilità è più mia che dei giocatori, perché sono io a sceglierli e a metterli in campo. Fuori casa i gialloblu hanno perso tutte le ultime sei partite giocate, subendo almeno 2 reti a partita, siglandone 1 solo, nell'ultima sconfitta esterna contro il Genoa. "La colpa non è solo di Cutrone che lo scorso anno giocava in Primavera".

Comments