Usa, spari e terrore al centro commerciale: un morto

Adjust Comment Print

Per alcuni attimi un centro commerciale nei pressi di Nashville, in Tennessee, è piombato nel terrore.

Secondo le prime ricostruzioni delle forze dell'ordine uno dei protagonisti dello scontro a fuoco aveva dapprima tentato la fuga dal centro commerciale di Opry Mills, per poi arrendersi di lì a poco. L'altro si è invece consegnato alla polizia, e non è in pericolo di vita.

Uccide la madre e si barrica in casa: spari contro i carabinieri
Il corpo della donna, invece, è stato immediatamente scorto a terra e privo di vita dai militari giunti sul posto. Secondo quanto si apprende dai Carabinieri, e' armato di un fucile da caccia regolarmente detenuto dal padre.

La sparatoria ha provocato il panico all'interno del centro commerciale, con tutte le persone che hanno iniziato a correre verso l'uscita ed il parcheggio. Il portavoce della Polizia, Don Aaron, ha confermato che la sparatoria è seguita ad una lite fra due 22enni di Nashville e che l'uomo arrestato si è presto arreso alle autorità, lasciando l'arma sul bancone di una biglietteria fuori dalla struttura e affermando di non voler causare problemi. All'arresto ha collaborato anche un poliziotto in pensione della California, che in quegli istanti si trovava nell'edificio. La persona arrestata ha 22 anni, la stessa età della vittima, un ragazzo morto in ospedale a seguito delle ferite riportate.

Comments