Addio all'attore Paolo Ferrari, tra Brecht e lo spot dei fustini Dash

Adjust Comment Print

È morto a 89 anni a Roma Paolo Ferrari, grande attore di teatro, per anni in ditta con Valeria Valeri e straordinario interprete dell'Opera da tre soldi di Brecht, ma anche del grande schermo. Nel corso della sua lunga carriera artistica, ha lavorato con registi del calibro di Blasetti, Zeffirelli e Petri in qualità di attore ma fu anche doppiatore.

Ferrari era stato poi un importante doppiatore: sua la voce di Jean-Louis Trintignant ne ´Il Sorpasso´, di Humphrey Bogart in molti film tra cui ´Il grande sonno´ e ´Il mistero del falco´, di Roger Moore in ´Gold´ e ancora di Richard Burton ne ´La quinta offensiva´, di Dean Martin in ´10.000 camere da letto´ e di David Niven in ´Scala al paradiso´. Era ato a Bruxelles il 26 febbraio del 1929, si sposò due volte. Entrambe le donne sono state sue compagne sulla scena.

J-Ax e Fedez: la fine della collaborazione e un post commovente
Come le più belle storie musicali, anche quella di Fedez e J-Ax è giunta al termine. Italiana è il titolo del nuovo singolo della coppia formata da J-Ax e Fedez .

L'attore lascia tre figli: due avuti dalla prima moglie e uno dalla seconda. La sua carriera era iniziata da piccolissimo, a soli 9 anni, alla radio Eiar con un programma in cui interpretava il balilla Paolo. Il suo esordio nel cinema risale all'infanzia. Nello stesso anno, il 1938, Ferrari debutta al cinema diretto da Alessandro Blasetti nel film "Ettore Fieramosca".

CINEMA - E' poi un attore bambino in altre pellicole del periodo e dopo la pausa bellica torna al cinema ormai attor giovane: la prima pellicola 'adulta' è 'Fabiola' (1949) di Alessandro Blasetti. Senza dimenticare la pubblicità che lo rese incredibilmente popolare, grazie allo spot dei fustini Dash. È stato poi protagonista nella parte del "pensionato" del serial televisivo di Rai 2: Disokkupati, in quaranta puntate, regia di Franza Di Rosa con Pier Francesco Loche, Sabrina Impacciatore, Adolfo Margiotta e Stefano Masciarelli del (1997). Paolo Ferrari era anche un grandissimo tifoso della Lazio ed è possibile che oggi la squadra biancoceleste, impegnata nella sfida di campionato contro l'Atalanta allo Stadio Olimpico, deciderà di dedicargli un piccolo ricordo.

Comments