Udinese-Inter, Spalletti: "Icardi? Nel suo ruolo mai allenato uno così forte"

Adjust Comment Print

I favori del pronostico pendono leggermente dalla parte di Icardi e compagni, ma occhio all'Udinese e al fattore campo. Ho visto una squadra un po' in difficoltà, ma i giocatori sono forti e lo hanno fatto vedere per lunghi tratti del campionato. "Bisogna fare i complimenti". Per parlarne, in conferenza stampa è intervenuto il tecnico dell'Inter Luciano Spalletti, apparso fiducioso in vista dei prossimi impegni: "Il cammino della Lazio e della Roma?".

L'Udinese dopo 11 sconfitte consecutive è riuscita a strappare un punto a Benevento contro i sanniti già retrocessi, in una partita in cui vi sono stati continui ribaltamenti, a sorprendere è come i friulani nelle ultime 5 sfide siano sempre passati per primi in vantaggio, ma in ogni circostanza si siano fatti rimontare. Adesso il tecnico, che torna in quello che per anni è stato anche il suo stadio, spera in una vittoria che metta fine al periodo da incubo, più nero che azzurro, della squadra. "Noi siamo così, non dobbiamo essere condizionati, noi siamo quelli lì". Abbiamo avuto dei momenti no, ora la mentalità della squadra è un'altra rispetto a quella dell'inizio. Dobbiamo continuare così. Nel primo tempo in parità numerica abbiamo gestito benissimo, nel secondo abbiamo perso qualche pallone di troppo. "Non siamo condizionati a farlo".

"Dipende sempre dai sostituti". In quel ruolo, in area di rigore, è il più forte che abbia mai allenato. Rafinha nota lieta? Certo, ci ha fatto vedere quello che ha.

Instagram inizia a testare pagamenti dentro l'app negli Usa
L'adozione sarà a livello globale e inizialmente toccherà agli Stati Uniti ma anche a chi utilizza la versione beta dell'app. I filtri per il viso, gli stili di testo e gli adesivi aiutano a trasformare i momenti in esperienze da condividere.

Non crede di meritare la riconferma a prescindere? Io non credo niente e non chiedo niente.

"Queste partite sono un'indicazione importante per il futuro dell'Inter". Non vado a raccontare favole, anche perché quando cerchi di dire bugie sull'andamento i calciatori ti sgamano e diventi anche ridicolo.

Comments