Diritti tv: giudice annulla bando Mediapro

Adjust Comment Print

Agli iberici, che devono pagare anche 15600 euro di spese legali, sono stati concessi comunque 15 giorni per presentare ricorso.

Offrendo pacchetti con "contenutiinformativi e pubblicitari" Mediapro si assume "una forma diresponsabilità editoriale" che "pare collocarla al di fuoridell'ambito di attività propria dell'intermediarioindipendente": lo rileva il Tribunale di Milano in base aiprincipi dell'Antitrust confermando la sospensione del bandodegli spagnoli per i diritti tv della Serie A, accogliendol'istanza di Sky.

Certo è che tutto questo manda in panico i presidenti delle società di calcio, che hanno bisogno di soldi. Se non dovesse farlo, si aprirebbero due scenari importanti. "Dopodiché se il medesimo assegnatario non adempisse ai suoi impegni, è chiaro che dovremmo guardare alle alternative e credo che ce ne sia più di una", ha spiegato Urbano Cairo al Premio Facchetti. In sostanza niente Serie A in televisione fino a che non sarà trovato un accordo, con uno stop al campionato di calcio che non sarebbe da escludere senza i soldi delle TV.

Tragico schianto a Nocera Superiore: perde la vita il giovane Gaetano
La loro auto i scontrò con un'altra vettura, una Opel Astra, che proveniva in senso opposto in direzione Cava dei Tirreni. Quell'impatto nella strada statale 18 era stato terribile e le sue condizioni erano appars da subito molto gravi.

"La decisione del Tribunale di Milano ha confermato che era necessaria una verifica dell' aderenza del bando di Mediapro alle leggi italiane, facendo chiarezza a beneficio di tutti i partecipanti e creando i presupposti per la definizione della procedura di assegnazione dei diritti 2018-21 della serie A". Dei soldi dei diritti Tv e dei soldi di Mediapro.

Da qui il ricorso da parte dell'emittente di Murdoch, con il Tribunale di Milano che alla fine ha dato ragione a Sky annullando l'assegnazione e decretando che il bando vada rifatto ancora una volta da capo. Il colosso spagnolo potrebbe riformulare il bando tenendo conto di quanto scritto dal giudice nella sua decisione. In altre parole, Mediaset non si smuoverà dall'offerta massima già fatta trapelare per il prossimo triennio della Serie A, vale a dire 200 milioni.

Comments