Giro d'Italia, il colombiano Chaves è il primo sull'Etna nella sesta tappa

Adjust Comment Print

L'Etna ha decretato il suo verdetto, premiando la Mitchelton Scott con la vittoria di tappa a Esteban Chaves e la maglia rosa a Simon Yates.

"SCOSSONE NELLA GENERALE - La classifica generale, dopo la tappa odierna, cambia radicalmente pelle. Yates è il nuovo leader con 16" su Dumoulin e 26" su Chaves. Con lui anche Pozzovivo, Domoulin, Froome e Aru, che hanno limitato i danni. In salita potrebbero entrambi forzare il passo e questo potrebbe mettere in crisi gli altri contendenti alla maglia rosa: su ascese come Mercogliano e Campo Imperatore andranno tenuti sott'occhio, poi vedremo cosa succederà sullo Zoncolan e nella durissima terza settimana. Si prosegue quindi per Pergusa, arrivando a Piazza Armerina - definita Urbs Opulentissima e nota anche come la "Città dei Mosaici e del Palio dei Normanni" - dove al km 60.2 è situato il secondo traguardo volante di giornata. Dennis si è difeso, stringendo i denti, ma non ha potuto fare di più contro avversari che sembravano fulmini e saette su una salita lunga 15 chilometri, con pendenze medie del 6,5 per cento, massima del 15 per cento e che presenta un dislivello di 978 metri.

Con l'arrivo anche del team Astana in testa al gruppo degli inseguitori, il vantaggio dei battistrada è sceso a circa 2' quando la strada ha cominciato a salire verso le prime rampe dell'Etna. Tra loro ecco Haga, Oomen (Team Sunweb), Tonelli e Ciccone (Bardiani CSF), Cherel, Jauregui e Denz (AG2R La Mondiale), De La Cruz e Henao (Team Sky), Frapporti e Gavazzi (Androni Giocattoli-Sidermec), Mori, Polanc e Ulissi (UAE Team Emirates), Zardini (Wilier Triestina-Selle Italia), Gesink (Lotto-Jumbo), Hermans e Plaza (Israel Cycling Academy), Reichenbach e Roy (Groupama-FDJ), Haig e Chaves (Mitchelton-Scott), Eg (Trek- Segafredo) e Quintana (Movistar).

Finale di Coppa Italia: cosa dobbiamo aspettarci
Bonucci può fare ben poco se il resto della squadra non è all'altezza, per questo sono fiducioso, faremo una grande partita. Poi per abbracciare Gigi, come abbraccerò tutti gli altri ex compagni, ci sarà tempo prima e dopo la partita.

Più indietro, sotto l'impulso di Lopez, ha perso qualcosa Dennis. "Lo considero un gesto meraviglioso, da un compagno che stimo moltissimo".

Terzo posto per Thibaut Pinot: Pozzovivo, brillante, arriva a 43 secondi dal primo, più lontani, oltre il minuto, Froome e Aru. Distacchi non altissimi in cima all'impegnativa ascesa siciliana, ma come prevedibile viene rivoluzionata la classifica generale. "Simon Yates; 2. Dumoulin 18"; 3. "Pinot (Fra) a 26"; 4. Pozzovivo; 6. Lopez (Col); 7. "Bilbao 1'03"; 8. Froome 1'10"; 9.

"E' stato un bel giorno, ho attaccato tanto". Così Esteban Chaves, dopo avere tagliato il traguardo nella sesta tappa. "E' un sogno, questo Giro è iniziato bene per noi".

Comments