Salvini: mi piacerebbe un ministro della Lega per i rimpatri

Adjust Comment Print

Non è mancato il consueto attacco contro la stampa: "Il Financial Times ha detto che siamo barbari". Due punti che devono essere assolutamente chiariti. Per reperire le necessarie risorse finanziarie si parla di un condono fiscale (che non piace ai grillini) e di "ridiscutere i vincoli europei" per l'euro sulla riduzione del deficit pubblico (l'ipotesi è guardata con preoccupazione da Mattarella).

Salvini ha risposto anche sulla questione spread riferendosi a un titolo di ieri di Ft.

Governo: Salvini, no discussioni su premier ma su idea Italia
I leghisti a un "referendum" che si terra' nei gazebo allestiti con urne e schede, sabato e domenica. Prima delle Consultazioni informali al Quirinale , i due leader si erano incontrati alla Camera .

Altro che "spaccare l'asse tra Salvini e Di Maio", come ha gridato in un titolo di prima pagina il Giornale di famiglia di Silvio Berlusconi.

Ormai la dicotomia appare evidente: da una parte c'è il Movimento 5 Stelle in versione "casa del Mulino Bianco" dove i toni sono rassicuranti e loro eroi senza macchia al servizio del paese, mentre dall'altra c'è la Lega che non riesce a nascondere tutta la sua insofferenza. Il premier non varra' piu' niente, il Capo dello Stato schiaccera' i bottoni come riterra' necessario. Ovvero "un premier esterno è condiviso", ma è difficile, ha lasciato intendere, trovarne uno che metta d'accordo 5 Stelle e Lega. Più ci minacciano, più mi viene voglia di partire con questa sfida. Ad Ascoli Piceno poi c'era l'istituto musicale "Gaspare Spontini", che non è un conservatorio, però mi sono iscritto lì, avevo cinque anni, e ho portato avanti lo studio del violino fino a quando non ho visto suonare un gruppo di amici vicino al mio quartiere, che suonavano alle feste studentesche facendo cover dei Rolling Stones, Lez Zeppelin, Van Halen, Ac/Dc. Stanno usando i soliti trucchetti, lo spread. Secondo le aspettative di entrambi i partiti, si dovrebbe chiudere oggi il tavolo sul 'contratto di governo del cambiamento' in discussione dalla settimana scorsa. "Meglio barbari che servi, che svendono la dignità, il futuro, le aziende, perfino i confini dell'Italia". "Il M5S - ha ricordato Di Maio - ha ottenuto 11 mln di voti, se questo governo si farà avrà 17 mln di persone che lo hanno votato con le due forze politiche che lo sostengono". Il FT stamattina ha scritto che l'Italia sta per insediare "il governo meno convenzionale e più inesperto alla guida di una democrazia occidentale dai tempi del Trattato di Roma del 1957". "Con l'Europa ci sarà massimo dialogo, ma non saremo subalterni a qualche eurocrate", scandisce aggiungendo che grazie al dialogo con la Lega "abbiamo messo a punto nuove procedure sia per il dialogo con la Ue sia in merito alla delegazione tecnica daportare" a Bruxelles a supporto di quella politica. I presupposti ci sono?

Comments